The Shapeshifting Detective - I mille volti di un'indagine - Nerdando.com
Videogames

The Shapeshifting Detective – I mille volti di un’indagine

The Shapeshifting Detective

Recensione

Non è certo un segreto quanto io sia appassionata di cinema e di gialli: proprio per questo, ogni volta che Wales Interactive ci propone la possibilità di recensire i suoi film interattivi, mi schiero sempre in prima linea e non resto mai delusa.

Il nuovo titolo sfornato dagli sviluppatori gallesi si chiama The Shapeshifting Detective e ci immerge in un’indagine senza precedenti, che si muove sul filo sottile del paranormale. Il film interattivo è stato lanciato il 6 novembre 2018 su Steam, PS4, Xbox One e Nintendo Switch ed è proprio su quest’ultima piattaforma che ho avuto il piacere di giocarlo.

The Shapeshifting Detective, come dicevo prima, si pone a metà strada tra il cinema e il videogioco, fondendo i due media in un film interattivo: non pixel ma scene reali e attori in carne e ossa ci scorrono davanti mentre le nostre azioni si limitano a dare una direzione alla storia, attraverso un sistema di scelte. Non è certo il primo esperimento di Wales Interactive in questo senso: avevamo già parlato, ad esempio, di The Bunker (nel quale, oltre alle scelte, gestivamo anche i movimenti del protagonista) o di Late Shift.

Rispetto ai precedenti titoli, con The Shapeshifting Detective ci troviamo di fronte ad un sistema più complesso, che introduce una generazione casuale dell’assassino, in modo da rendere molto più alta la rigiocabilità, e la possibilità di bluffare e scegliere non solo cosa dire ma anche e soprattutto cosa non dire, in modo da carpire informazioni nascoste ai sospettati.

Trama

Impersoniamo Sam, un detective dalle abilità singolari inviato nella cittadina di August per risolvere un misterioso omicidio: la giovane Dorota Shaw, astro nascente del violoncello, è stata trovata morta, strangolata nella sua abitazione.

La particolarità che ha destato i sospetti dell’Investigatore Capo Dupont è però che l’omicidio ed il nome della vittima erano stati predetti da tre cartomanti: sono state davvero le carte a parlare loro o sono invece essi stessi i colpevoli? I tre, tuttavia, non sono gli unici sospetti: più di un abitante di August sembra nascondere molto più di quello che è disposto a rivelare ed è necessario scoprire in fretta il killer, prima che possa colpire ancora.

Un’indagine impossibile, sembrerebbe: per fortuna, però, il nostro Sam possiede la singolare caratteristica di essere in grado di impersonare chiunque, imitandone tratti fisici, voce e atteggiamento. Il metodo ideale per interrogare i sospetti senza che se ne rendano conto e per scoprire cosa si cela sotto la superficie.

Non mi dilungherò oltre, per evitare spoiler, ma mi limiterò a dire che, nonostante la premessa più che interessante, la storia è forse l’elemento meno riuscito di questo titolo: confusa e affrettata in alcuni punti, non riesce a scegliere una strada chiara tra fantasia e realtà e risulta meno coinvolgente rispetto ai precedenti esperimenti, almeno per i miei gusti personali.

Gameplay

Chiaramente in un film interattivo il gameplay è ridotto all’osso, limitando di fatto le possibilità del giocatore alla scelta tra più opzioni. Se nei titoli precedentemente proposti da Wales Interactive il tempo si dimostrava una componente fondamentale, in The Shapeshifting Detective possiamo invece prendercela più comoda: stavolta la parte fondamentale è quella del ragionamento e dell’osservazione, che ci saranno fondamentali per scoprire chi sia l’assassino.

Personalmente, trovo che The Shapeshifting Detective possa rendere al meglio proprio su Nintendo Switch, grazie al touchscreen che permette una maggiore immersività per il giocatore/spettatore.

Interessante la possibilità di eliminare delle risposte, anziché pronunciarle: a volte omettere potrebbe rivelarsi più proficuo che assumere un atteggiamento frontale con alcuni sospetti. Starà a noi scoprire, di volta in volta, quale sia la tattica migliore con il personaggio con il quale ci stiamo confrontando.

Interessante anche la possibilità di cambiare fattezze ed interpretare i sospettati per far cadere in contraddizione altri personaggi o ottenere da loro informazioni che mai rivelerebbero ad un detective. Sicuramente positivo il fatto che le nostre scelte, stavolta, influenzino effettivamente la trama (un po’ come accadeva anche con i finali multipli di Late Shift), aumentando il livello di sfida e rendendo meno scontata la possibilità di catturare il colpevole (nella mia partita di prova, per esempio, non sono riuscita ad identificare l’assassino).

Cast

Se la storia non convince fino in fondo, è la recitazione il vero fiore all’occhiello di The Shapeshifting Detective. Il ricco cast di attori dà il meglio di sé, dando vita a personaggi complessi, sfaccettati ed ambigui: le loro capacità aumentano di molto il coinvolgimento e la difficoltà di decifrarli e scoprire se ci stiano mentendo o meno.

La regia, curata da Tim Cowles, invece, stavolta appare meno brillante del passato, con stacchi un po’ troppo meccanici e inquadrature spesso ripetitive, inframmezzate solo raramente da picchi di tensione.

Concludendo

The Shapeshifting Detective è un film interattivo perfetto per gli amanti dei misteri al limite del paranormale e per gli aspiranti detective: il misterioso caso di omicidio che siamo chiamati a risolvere saprà avvincerli e tenerli svegli finché non cattureranno l’assassino.

Il titolo, pur non lunghissimo, ha un altissimo livello di rigiocabilità ed è ottimamente recitato: caratteristiche, queste, che compensano una storia un po’ troppo confusa e una regia non brillantissima.
Il ragionamento e l’intuizione saranno le abilità che più potranno esservi utili, per sfruttare al meglio il mimetismo del nostro protagonista.

I dialoghi sono tutti in inglese, il che permette di cogliere e apprezzare al meglio le capacità recitative degli interpreti. I sottotitoli sono presenti ma anch’essi in inglese: se non avete troppa dimestichezza con la lingua, in alcuni punti potreste trovarvi leggermente in difficoltà.

Nerdando in breve

The Shapeshifting Detective: film interattivo che ci trascina in una indagine soprannaturale in cerca di un assassino. Saremo in grado di scoprirlo?

Nerdandometro:
(3,8 / 5)

Trailer

Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

Luigi
Claudia
Francesco
Stefano
Julian
Maurizio
Giandomenico
Maria Valeria
Giacomo
Danilo
Francesco
Paolo
Giulia
Serena
Francesca
Daniela
Paolo

© Copyright 2014-2018 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top