4 Kidz #16 - Topiary - Nerdando.com
4 Kidz

4 Kidz #16 – Topiary

topiary

Ars topiaria: antichissima arte di origine romana consistente nella potatura di alberi e arbusti al fine di dare loro una forma geometrica innaturale.
Ma anche: Topiary, ovvero simpaticissimo board game per famiglie distribuito da Fever Games.

Se non avete ancora letto il bell’articolo approfondito di Tencar sulle dinamiche del gioco, vi suggerisco di precipitarvi a farlo.
Oggi, invece analizzeremo l’impatto di questo simpaticissimo gioco sul pubblico di giovani appassionati, come da stile della nostra rubrica 4 Kidz.

Recensione

Lo scopo del gioco è quello di portare una scolaresca, un gruppo di meeple del tutto identici a quelli di Carcassonne, in gita scolastica. Per la precisione a visitare un magnifico giardino all’italiana, impreziosito da sculture topiarie talmente belle e raffinate da far invidia alla Regina di Cuori del celebre Paese delle Meraviglie.
Per vincere contro i nostri avversari dovremo fare in modo da mostrare alla nostra scolaresca il maggior numero di sculture; più saranno belle, più varranno come punteggio.
Allestito il giardino con una matrice 5×5, i giocatori posizionano i loro meeple ai margini del giardino stesso, posizionandoli frontalmente o in diagonale rispetto alle tessere. L’unica regola è che non devono esserci altri meeple già posizionati.
Il punteggio è facilmente calcolato: si contano i punti in crescendo, arrivando fino alla tessera con valore più alto, le altre non contano.
Per posizionare le tessere con le sculture, i giocatori scelgono dalla loro mano una delle tessere e la sostituiscono con una del giardino (a faccia in giù).
Se all’inizio tutto è piuttosto lineare, col passare del tempo l’affollamento dei piccoli meeple rende che la faccenda più interessante. Bisogna far attenzione a posizionare le tessere migliori senza intralciare la vista dei propri meeple già posizionati, magari ostacolando quella degli avversari.

Com’è facilmente intuibile l’impatto sui giovani giocatori è semplicemente travolgente. Le illustrazioni delle tessere sono simpaticissime e non è difficile immaginare la fantasia dei bambini prendere vita davanti a sculture così divertenti. Dopotutto, chi non vorrebbe una siepe a forma di dinosauro in giardino?
Giocandolo con mia figlia di otto anni, ho notato una trasformazione nell’approccio al gioco. All’inizio i meeple venivano posizionati con una certa sufficienza, come se una tessera valesse l’altra. Arrivati al momento critico, però, ho assistito ad un vero cambio di attenzione, anche nel linguaggio del corpo. La posizione da rilassata sulla sedia, si è fatta tesa, attenta; sopracciglia corrucciate, analisi spasmodica delle tessere in mano e dell’impatto sui punteggi di tutti i giocatori.
Insomma: Topiary è sicuramente un gioco alla portata di tutti, con regole semplici ed abbordabili; tuttavia si rivela essere più interessante di quanto non appaia in prima battuta.
Come era facile attendersi, con l’inizio della seconda partita mia figlia ha cambiato immediatamente stile di gioco. Fin dalle prime tessere ogni posizionamento era ragionato e non casuale, perché se non si fa attenzione è un attimo perdere un bel gruzzolo di punti e trovarsi in difficoltà con i posizionamenti.

Considerazioni finali

Come al solito spendo due parole sull’apporto pedagogico del gioco in esame. Giocare è uno step fondamentale della crescita, che siano macchinine, soldatini, LEGO o, ovviamente, giochi da tavolo. Naturalmente ci sono giochi più e giochi meno votati ad insegnare qualcosa. Topiary è una piacevole sorpresa: durante lo svolgimento del gioco i bambini sono costretti a confrontarsi con la vecchia legge della causa ed effetto, che in questo caso si ripercuote anche su piazzamenti effettuati molto indietro nella partita. Non solo: il dover analizzare la plancia costantemente aiuta un sano livello di competizione, dovuto all’impatto che ogni tessera può avere anche sugli altri giocatori.
Dinamiche semplici che scatenano flussi di ragionamento astratto sofisticati. Cosa chiedere di più ad un gioco per famiglie? Ah sì: è anche divertente!

Nerdando in breve

Topiary è un bellissimo board game per famiglie, ideale per i bambini grazie alle regole semplici, ma articolato al punto da non annoiare nemmeno i grandi.

Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un’associazione culturale ed un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi ed il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post ed articoli quotidianamente, con uno stile simile ad una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci spinge ad essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente.

La redazione

© Copyright 2014-2017 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top