The Walking Dead - Una storia Telltale - Nerdando.com
Videogames

The Walking Dead – Una storia Telltale

No, non sarà mai così tranquilla la campagna.

Un paio di mesi fa, c’è stata una grande campagna di sconti sul Marketplace della Microsoft, tra i titoli in forte sconto c’era la Definitive Collection della Telltale Games che comprendeva The Walking Dead GOTY Edition, The Walking Dead: Season 2, The Wolf Among Us, più il season pass per Game of Thrones e Tales from the Borderlands. Dal momento che avevo sempre avuto voglia di prendere la serie di The Walking Dead e che sono un accanito fan di Game of Thrones, ho fallito il tiro salvezza su volontà e mi sono lasciato prendere dall’embolo, acquistando il bundle al volo. Oggi vi parlerò di The Walking Dead: Season 1, il primo gioco che ho provato e finito, per scrivervi degli altri titoli mano a mano che proseguirò.

Per chi non dovesse ancora conoscerla, la Telltale Games è una software house americana con sede in California, nata da una costola della LucasArt e specializzata nello sviluppo di avventure grafiche (parliamo di gente che ha partorito capolavori assoluti del calibro di Monkey Island e Grim Fandango), che, nella maggior parte dei casi, si sviluppano in episodi seguendo la struttura di un telefilm virtuale. Giocando, non è difficile riconoscere una mano molto esperta e sagace nello sviluppo di titoli di questo genere, pur utilizzando il pad, le interazioni con l’ambiente sono in puro stile punta e clicca, l’interfaccia è ridotta al minimo e la giocabilità punta alla maggiore semplicità possibile per fare in modo che il giocatore possa concentrarsi al massimo sulla storia e su ciò che gli sta avvenendo intorno. I puzzle che ci troviamo di fronte possono essere a volte complicati, ma mai di impossibile risoluzione, mentre le scene di azione sono estremamente semplici da portare a termine e la loro funzione è molto più legata ad esigenze sceniche piuttosto che ludiche: infatti le incontrete soprattutto in punti in cui sarà necessario spezzare la tensione della trama, dare un senso di suspense o ancora “svegliare” il giocatore dal torpore di scene più calme e rilassate.

Veniamo al pezzo forte, fortissimo del titolo ovvero trama e grafica: Telltale significa raccontare storie ed è chiaro come questo nome non sia stato scelto per puro caso. Il gioco si basa sul fumetto di Robert Kirkman (da cui poi è stata tratta la celebre serie televisiva) e la grafica stile cartoon scelta dalla Telltale si adatta in maniera meravigliosa a riprodurre le sensazioni delle pagine di TWD. Il tratto utilizzato da chi ha disegnato il gioco e i personaggi si avvicina molto a quello della carta stampata e, per tutto il tempo, il giocatore ha sempre la sensazione di stare vivendo una sorta di fumetto animato. Questa sensazione immersiva viene accentuata dal modo perfetto in cui i personaggi, in particolar modo quello del protagonista Lee Everett, vengono a mano mano caratterizzati e sviluppati nel corso della trama. Imparerete ad amare alcuni dei vostri compagni di viaggio, specialmente la piccola Clementine di cui dovrete prendervi cura (uno dei personaggi più adorabili che abbia mai visto in un videogioco), e odiarne altri, vi troverete sempre a sentire di fare effettivamente parte della storia e vivere con trasporto tutte quelle che saranno le loro vicende. Un ulteriore elemento che rende speciale la sensazione di immersione nel gioco e immedesimazione nel personaggio è il modo in cui la trama viene profondamente influenzata dalle vostre scelte. Mano a mano che progredirete nella trama, sarete posti costantemente di fronte a una serie di scelte molto difficili che segneranno la vostra esperienza di gioco e vi faranno immedesimare col vostro personaggio, costringendovi a porvi una lunga serie di questioni etiche e morali. Dalle vostre decisioni dipenderà la vostra sopravvivenza e quella del vostro gruppo, nonché tutti gli sviluppi futuri della storia, rendendo il titolo anche più longevo e piacevole da giocare una seconda volta. L’esperienza che vivrete giocando The Walking Dead vi ferirà e vi segnerà come pochi altri videogame sono in grado di fare, rendendola unica e indimenticabile nel panorama videoludico, uno di quei giochi di cui molto difficilmente potrete dimenticarvi.

Prima di chiudere, volevo anche menzionare brevemente The Walking Dead: 400 Giorni Dopo, episodio aggiuntivo disponibile nella Game of the Year che raccoglie una piccola serie di storie brevi, in qualche modo collegate tra loro. Pur non aggiungendo nulla alla trama principale, 400 Giorni Dopo presenta degli interessanti scorci di “umanità” devastata dalla apocalisse zombie e ci fa capire come basti effettivamente poco per ribaltare il nostro concetto di civiltà. Quasi mi dispiace di essere arrivato alla fine di questo resoconto, The Walking Dead è sicuramente una delle storie più belle ed emozionanti che mi sia mai trovato di fronte in un videogioco. Che siate amanti dei punta & clicca, del fumetto, della serie TV o che siate totalmente estranei a tutto ciò, prendetelo, giocatelo, fatelo vostro perchè vi assicuro che ne vale davvero la pena ed è un titolo che merita di essere nella collezione di qualsiasi videogiocatore.



Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un’associazione culturale ed un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi ed il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post ed articoli quotidianamente, con uno stile simile ad una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci spinge ad essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente.

La redazione

© Copyright 2014-2017 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top