Nailbiter, Vol. 4 - Sete di sangue - Nerdando.com
Fumetti & Libri

Nailbiter, Vol. 4 – Sete di sangue

Recensione

Finalmente!

Finalmente il nuovo volume, il quarto, di una delle serie a fumetti che insospettabilmente ho apprezzato maggiormente l’anno passato, ovvero Nailbiter.

Insospettabilmente, perché non è che ami il genere horror, ma in effetti Nailbiter è una contaminazione di quelle belle: ci sono i misteri, ci sono le indagini, ci sono i colpi di scena e pure i serial killer. Insomma, un horror/thriller poliziesco.

Soprattutto i serial killer: infatti siamo pronti per tornare negli Stati Unii più profondi ed autentici, nella città di fantasia di Buckaroo, il posto con la maggior densità di serial killer per metro quadro.

Intanto, se vi interessa un piccolo ripasso delle puntate precedenti, ecco i link agli articoli riguardanti primo, secondo e terzo volume.

Trama e personaggi

Nel volume 4 di Nailbiter, intitolato “Sete di sangue“, troveremo raccolti i numeri 16-20 della serie originale.

Sapete bene che le nostre recensioni sono spoiler-free; per giunta, in una serie come Nailbiter in cui la suspence e il mistero la fanno da padrone, rivelare qualsiasi cosa sarebbe un delitto.

Mi limiterò a dirvi che Joshua Williamson, lo scrittore della serie, allarga il raggio d’azione della storia alla città di Atlanta: ciò ha il duplice effetto di farci respirare aria nuova e di differenziare i percorsi dei personaggi. Ad Atlanta verremo a conoscenza dell’operato di un nuovo serial killer: che sia in qualche modo collegato a Buckaroo?

Il ritmo rimane serrato come sempre, con colpi di scena, azione e rivelazioni con il contagocce: di certo il nuovo volume di Nailbiter prosegue nel solco positivo della tradizione inaugurata negli scorsi numeri e ci invoglia a divorare il volume pagina dopo pagina, ancora una volta servendosi di un bastardissimo cliffhanger finale che ci lascerà desiderosi del prosieguo ancora per qualche mese.

Maledetto Williamson.

Le serie moderne sono così, estrema decompressione delle storie, allungamenti di brodi e tempi dilatati: per fortuna Nailbiter, pur avendo tutte le caratteristiche della moderna serializzazione, ad ogni volume ci intrattiene e ci piazza  qualche rivelazione tra capo e collo. Spero veramente che non vada tutto in vacca, ne sarei troppo dispiaciuto.

Per ora, però, avanti così.

A livello di personaggi, confermo quanto detto in precedenza, tutti interessanti e ben tratteggiati, ciascuno con qualcosa di più o meno grosso da nascondere, palma d’oro ancora al nostro caro Mangiaunghie, di gran lunga il vero protagonista della vicenda.

Menzione d’onore per l’agente Barker, che mostra sempre di più qualche caratteristica strana, che avevo preso sottogamba in precedenza: sono curiosissimo di scoprire cosa accadrà. Non si era capito, per caso?

Disegni

Mike Henderson torna al timone della sua serie e lo fa con il solito stile che abbiamo imparato ad apprezzare: per quanto riguarda il terzo volume, mi ero lamentato del cambio di stile improvviso dei disegni: devo dire però che questo ritorno giova alla lettura e ad un maggior apprezzamento da parte mia perché l’uniformità stilistica è una roba che apprezzo moltissimo.

Colori ok, come sempre.

Parte visiva promossa anche questa volta, insomma.

Edizione

saldaPress (che ringraziamo per il materiale) ci abituati ad edizioni belle da sfogliare e da possedere e ormai non ci aspettiamo di meno. Anche Nailbiter non manca all’appello e in coda alle storie ci presenta un interessante making-of delle tavole, corredato di copertine variant.

Materiale extra che non ci dispiace mai.

Conclusioni

Dopo sei mesi di astinenza, torna finalmente Nailbiter, con il suo carico di serial killer, misteri ed adrenalina e anche stavolta rimaniamo con il fiato sospeso fino all’ultima pagina. Per scoprire tutti i misteri della cittadina di Buckaroo, però, suppongo che dovremo pazientare ancora molto.

Nerdando in breve

Quarto volume per Nailbiter, la serie horror/thriller di Image Comics che continuo a consigliarvi! Non vedo l’ora che esca il prossimo!

Nerdandometro:
(3,7 / 5)

Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

© Copyright 2014-2018 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top
Connect!