Adrenalina - Un fps fantascientifico sul nostro tavolo - Nerdando.com
Giochi da tavolo

Adrenalina – Un fps fantascientifico sul nostro tavolo

Adrenalina

Recensione

Non credo esista modo migliore di descrivere questo board game: Adrenalina è la trasposizione in gioco da tavolo di un first person shooter a tema fantascientifico. Mostri, alieni, robot, armi laser, poteri, esplosioni e chi più ne ha più ne metta in questo titolo che, omen nomen, tiene fede alla propria promessa: regalare momenti di esplosione adrenalinica.

Gameplay

Raccogli. Muoviti. Spara. Non necessariamente in quest’ordine.
Il gioco è tutto qui. Ma dopotutto non è esattamente quello che avviene in un fps per PC o console? Ma le cose non sono propriamente così semplici. Scopriamo il perché.

I giocatori (da tre a cinque) vengono gettati nell’arena: una serie di corridoi uniti da porte in cui è praticamente impossibile nascondersi. Dopo essersi rigenerati in uno dei tre punti sulla mappa, i personaggi dovranno raccogliere le armi, le munizioni e i vari potenziamenti. Poi è un inferno di pallottole, esplosioni e raggi laser. Ovunque ci gireremo ci sarà qualcuno da colpire e che, a sua volta, ci prenderà di mira. I turni sono rapidi e (in)dolori: movimento e raccolta, fuoco e fiamme. E, naturalmente, morte.

Come negli fps la morte non è mai definitiva: quando il nostro personaggio subisce 11 danni (o 12, se includiamo l’infierire sul corpo di un caduto), vengono assegnati i punti per l’abbattimento e poi ci si rigenera per tornare subito nella mischia.

Niente tempi morti, quindi, e tantissime opzioni possibili. Le armi sono tutte diverse tra loro, sia per effetto che per danno. Alcune, inoltre, possono essere utilizzate in modo diverso, spendendo munizioni extra, per un danno collaterale devastante.

Inoltre è possibile marchiare un bersaglio, magari quello che ci ha annientato, per potergli infliggere danni aggiuntivi una volta tornati in vita.

Adrenalina

Come detto, i punti vengono assegnato dopo la morte di un giocatore. Come da tradizione vengono premiati il primo sangue, chi ha inflitto più danni e chi ha dato il colpo di grazia. Ma una volta tornati in gioco, abbattere quel personaggio assicurerà un punteggio inferiore in caso di nuova morte, e questa a mio avviso è un’ottima idea per equilibrare il gameplay: in questo modo difficilmente ci si accanirà su uno o due giocatori, perché continuare ad abbatterli sarà poco conveniente.

Concepito per essere giocato in tre, quattro o cinque giocatori, Adrenalina a mio avviso è perfetto a pieno potenziale. Gira molto bene anche in quattro, ma in tre risulta troppo largo: vedere ad ogni mossa un nemico a cui sparare o da cui difendersi è parte integrante del divertimento e della frenesia che il titolo regala. Nonostante il tabellone sia modulare (per un totale di quattro combinazioni possibili), in tre giocatori c’è troppo spazio di manovra e può capitare di non sferrarre attacchi per uno o due turni di fila.

Dopo otto uccisioni si contano i punti raccolti durante l’intera partita. Chi se ne è aggiudicati di più, ovviamente, vince. Per fare punti è quindi necessario infliggere molti danni gli avversari, ma anche essere quelli che attaccano per primi o che si accaniscono. Difficilmente mi è capitato di vedere così tanta imprevedibilità nel conteggio finale: fino alla fine è impossibile dire chi abbia vinto; un altro punto a favore di Adrenalina.

Infine, cosa che ho apprezzato tantissimo, esistono diverse modalità di gioco. Esattamente come negli fps è possibile introdurre delle varianti, come torrette robot, che danno un tocco aggiuntivo di pepe al gameplay.

Materiali

La prima cosa a saltare agli occhi sono ovviamente le miniature: tra robot, marine e alieni abbiamo veramente tutto il campionario del genere e sono fatte davvero bene.

Compongono poi la dotazione segnalini in plastica per le ferite, cubetti colorati per le munizioni, teschi in plastica per conteggiare i morti, segnalini punteggio in cartone spesso e carte in due formati riccamente illustrate per le armi e i potenziamenti.
La plancia del giocatore, anche questa in cartone, raccoglie essenzialmente le informazioni sui danni subiti e sulle marchiature che abbiamo ricevuto. Non c’è spazio per le carte arma e potenziamento, che devono essere collocate al di fuori della plancia.

L’area di gioco è modulare: con due pannelli fronte e retro è possibile modificare la mappa in base al numero di giocatori attorno al tavolo. La vista dall’alto ricorda le mappe dei videogiochi: un altro dettaglio che ho apprezzato nella cura posta in questo board game.

Per ulteriori dettagli sulle componenti, vi rimando all’unboxing che trovate sulla nostra pagina Facebook.

Conclusione

Ritengo sia doveroso fare un plauso alle meccaniche di gioco. Trasportare un fps in gioco da tavolo non è certo impresa facile, ma farlo mantenendo intatte la sensazione di urgenza, di morte imminente, di frenesia nel cambiare armi, caricare, usare poteri, è quasi impossibile. A mio avviso, con Adrenalina ci troviamo di fronte ad un’ottima sintesi di tutte queste dinamiche.

Naturalmente qualche difettuccio c’è, è un gioco che va necessariamente giocato con altissima rapidità di azione e reazione, avere al tavolo un accanito pensatore è il modo migliore per affossare tutto il pathos e lo spirito del gioco. Personalmente forse avrei aggiunto un timer per costringere ad agire in tempi stretti, ma anche senza, con il giusto rodaggio e la giusta compagnia, diventa un titolo godibilissimo per serate di pura adrenalina. Personalmente sconsiglio di giocarlo in tre, per i motivi elencati sopra. In cinque dà il proprio meglio.

Ringrazio Cranio Creations per il materiale.

Nerdando in breve

Adrenalina è il board game sci-fi che porta sul nostro tavolo le emozioni dei videogiochi fps.

Nerdandometro:
(4,1 / 5)

Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

Luigi
Claudia
Francesco
Stefano
Julian
Maurizio
Giandomenico
Maria Valeria
Giacomo
Danilo
Francesco
Paolo
Giulia
Serena
Francesca
Daniela
Paolo

© Copyright 2014-2018 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com | Tel. 3518450064

To Top