Aliens #9 - Apocalisse, parte seconda - Nerdando.com
Fumetti & Libri

Aliens #9 – Apocalisse, parte seconda

Recensione

Bentornati all’ormai consueto appuntamento con il mensile dedicato all’universo degli xenomorfi.

Questo mese il menù del mensile di Aliens, precisamente il numero 9, ci propone la seconda parte dell’apprezzata miniserie del 1999 intitolata “Aliens: Apocalypse – The destroying angels“, la cui prima parte era stata pubblicata il mese scorso.

Bando alle ciance e andiamo a vedere come si conclude la vicenda!

Trama e personaggi

Avevamo lasciato la nostra protagonista (sempre una donna super tosta, come da tradizione dell’universo Alien) in una situazione spinosa ed inquietante: rinchiusa in una cittadella aliena, alla mercé di xenomorfi comandati da… uno scienziato umano.

Come sia possibile questo non ve lo dirò perché ve lo lascio scoprire leggendo la storia, ma sappiate che la trama imbastita fa Mark Shultz viene portata a compimento in modo degno, soprattutto considerando di quanti anni sia precedente alle nuove pellicole cinematografiche.

Infatti, come dicevamo il mese scorso, questa miniserie in qualche modo anticipa alcuni dei concetti su cui sono fondate sia Prometheus che Alien: Covenant, ma con un velo di misticismo maggiore, donando alle creature più temute dell’universo un valore quasi biblico: gli Angeli della Morte, coloro cui è stato dato il compito di perpetrare l’Apocalisse anche ai danni degli stessi creatori.

Una sorta di Cavalieri dell’Apocalisse con la bava acida e verde.

Non so a voi quando la leggerete (o se l’avete già fatto) ma a me ha ricordato moltissimo la questione dei Razziatori in Mass Effect. E quella è una trama che mi è sempre piaciuta.

Uno sguardo di certo interessante e non banale, che coinvolge anche la razza degli Ingegneri visti in Prometheus: ricordiamo che all’epoca tutto ciò che si sapeva proveniva unicamente dalla prima pellicola del 1979 e Ridley Scott non era ancora riuscito a confonderci con delle trame piene di mancanze e confusione.

Ehm, ma non sono qui per dirvi questo.

Ho apprezzato molto il personaggio che dovrebbe essere il “malvagio” della storia, che si rivela una sorta antieroe, capace di commettere crimini mostruosi per un bene superiore. Non un qualcosa di nuovissimo, ma ben scritto.

Alla fine della fiera, lo svolgimento della storia mi ha convinto, seppur forse con una fase un  po’ lunga di spiegone, che però chiarisce l’intenzione di questa storia classica che, pur essendo probabilmente non più canonica a causa dell’uscita dei nuovi film, rimane per gli appassionati un must-read.

Disegni

Doug Wheatley è l’autore dei disegni anche della seconda parte della storia, in cui possiamo ammirare ancora meglio la sua assoluta capacità di disegnare ambienti alieni inquietanti e in perfetto stile Giger, capacità che è ugualmente ammirevole sulle creature aliene, splendide nella loro crudeltà (citazione dovuta per Dedo, ndr).

Ripeto, invece, i dubbi espressi lo scorso mese circa la rappresentazione degli umani: bene, ma non benissimo, alcune scene d’azione sono poco dinamiche, altre scene molto teatrali come impostazione.

Anche per il colorista Chuckry, stesso giudizio del mese scorso: bene il tratteggio sui corpi e il pastellato, meno l’uniformità e le sfumature sugli sfondi.

Editoriali

Questo mese grande spazio viene dato alla spiegazione delle tematiche espresse nella minisaga, con approfondimento legato al confronto con Prometheus e Alien: Covenant. Non guasta di certo, essendo una storia così importante per questo universo fumettistico.

Conclusione

Si conclude in questo numero una miniserie tra le più amate del franchise e a ragione: anticipando i temi di Prometheus, Shultz e Wheatley gettano un nuovo sguardo sulla natura dello xenomorfo, degli Ingegneri e dell’universo tutto. Prossimo mese, si parte con una nuova saga!

Nerdando in breve

Apocalisse si conclude qui: una miniserie assolutamente da recuperare per tutti gli appassionati di Alien!

Nerdandometro: 2.9/5
Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

© Copyright 2014-2018 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top
Connect!