Un'aragosta al giorno - Simpatici amici animali - Nerdando.com
Fumetti & Libri

Un’aragosta al giorno – Simpatici amici animali

Recensione

Durante lo scorso Lucca Comics, io e l’ottima Clack abbiamo avuto modo di intervistare la fumettista americana Liz Climo, giunta in Italia per portarci la sua ultima fatica: Un’aragosta al giorno. Un fumetto ricco di sentimenti che rende cartaceo il contenuto di The Little World of Liz, il blog dell’autrice nel quale la giovane illustratrice dei Simpson racconta l’amicizia attraverso buffi animaletti. L’edizione tradotta è edita in Italia da Becco Giallo, che ringraziamo per averci fornito la copia per la recensione.

Trama

Non esiste una trama vera e propria: la raccolta si presenta più come un’antologia di storie lunghe poche vignette, motivo per cui ciascuna pagina è completamente scollegata da quella precedente. Se però manca una scaletta canonica con “inizio, svolgimento e fine”, lo stesso non si può dire per il filo conduttore. Tutti gli scambi di battute si fondano infatti sull’amicizia che unisce i diversi personaggi, a prescindere da quale sia la famiglia di appartenenza. Ecco quindi che troviamo orche e pinguini chiacchierare tranquillamente, così come squali e delfini, cani e gatti, elefanti e topi… insomma, avete capito.

Tematiche

Vista la gran varietà di micro-storie contenute, ecco che la gamma delle tematiche incluse nella raccolta spazia davvero in ogni direzione. Uno dei più ricorrenti è forse quello dell’inclusione, che in diverse forme prende posto fra uno stormo di pennuti e un kiwi. Non riesci a volare? Nessun problema, un mazzo di palloncini e partiamo tutti insieme. Sei senza mani ma vuoi giocare al solitario? Nessun problema, ti giro io le carte. Vuoi giocare a palla ma il tuo corno non te lo permette? Nessun problema, un tappo di sughero e sei in squadra!

Nessun problema” è quindi il motto che tiene uniti animali di razze diverse, perché per ogni problema esiste almeno una soluzione la cui conseguenza sia il non-abbandono.

Anche la consolazione non manca, e fin dalla copertina ne abbiamo una prova. Il coniglietto (il più razionale di tutti gli animali presenti nella raccolta) si è rotto una gamba, così l’orso, tenero e affettuoso, porta all’amico un’aragosta. All’interno, poi, non mancheranno abbracci consolatori e spazzole prestate, senza però mai diventare stucchevoli.

Curiosità

Perché proprio un’aragosta? Quel proverbio che in italiano è “Una mela la giorno toglie il medico di torno”, per gli inglesi diventa “Laughter is the best medicine”. Considerando che “aragosta” in inglese si dice lobster, il cui suono è simile a laughter, il gioco di parole è presto fatto. Ecco quindi che “Lobster is the Best Medicine” si trasforma in “Un’aragosta al giorno”, suggerendo fin da subito che una pillola di risate quotidiana sia necessaria al benessere di ciascuno, e chi meglio di un amico sa strappare un sorriso?


Stile

Pro

Lo stile è dei più semplici ed essenziali (ma allo stesso tempo completi) nei quali sia incappata ultimamente, di quelli tipici delle web comic. Pensate alle vignette di Sio o al Panda di Bevilacqua al quale piacciono le cose: ecco, siamo su quel genere, però un po’ più vicini alla caricatura.

In Un’aragosta al giorno troverete almeno una trentina di animali diversi, ma non vi sarà necessario essere esperti zoologi per riuscire a distinguerli. Liz Climo riesce a conservare quei piccoli dettagli che a colpo d’occhio trasformano una macchia colorata in un animale ben specifico, che sia un coniglio, una lontra o addirittura un axolotl.

Anche i dialoghi abbracciano completamente la natura semplice ma efficace del disegno, ed è qui che c’è il colpo di genio: ciascuno scambio di battute suscita il riso proprio perché è essenziale e per nulla manchevole, come quel commento spontaneo detto quasi per caso che fa scoppiare a ridere due interlocutori affiatati (insomma, due amici). Non un dialogo ben studiato, non una battuta preparata, bensì una serie di commenti e osservazioni che tuttavia producono nel lettore un certo compiacimento.

Una barzelletta non fa altrettanto ridere se ne si conosce già il finale, figuriamoci una della quale il finale sia addirittura prevedibile. Queste invece sono tutte (o quasi) gag talvolta paradossali o al limite dell’assurdo, che tuttavia in qualche modo riescono a sorprendere e, quindi, a divertire.

Contro

Purtroppo però, alcune si fondano su giochi di parole che in lingua originale rendono molto di più.
Ce n’è una in particolare, nella quale due pesci, uno grande e uno piccolo, si trovano nel mare e iniziano a parlare.
Il piccolo chiede al grande: “Vuoi essere il mio maps?” e questo risponde “Cosa sarebbe?”; “Credo significhi miglior amico di pesce simpaticissimo” risponde il pesciolino, “Ah, d’accordo!” conclude il grande, e la gag è terminata. Letta così non mi aveva convinta, perciò sono andata a indagare online. Nella vignetta originale, lo scambio di battute era infatti un po’ più sensato:

Pesce Piccolo: “You wanna be my bff?”
Pesce grande: “What’s that?”
PP: “I think it means big fish friend
PG: “Oh, okay!”

Storpiando il reale significato di bff, abbreviazione di best friend forever.
Fortunatamente, questa è l’unica vignetta che perde valore a causa della traduzione, mentre tutte le altre rimangono fresche e divertenti così come sono state scritte.

Conclusione

Ci sono così tanti modi per essere amici di qualcuno che elencarli tutti sarebbe impossibile. In generale, un amico è quella persona grazie alla quale la vita è un po’ più semplice, e proprio per questo alle volte meriterebbe un ringraziamento speciale. Se conoscete una persona cara alla quale volete dire grazie in un modo originale, “Un’aragosta al giorno” potrebbe essere davvero una simpatica idea.

Nerdando in breve

Un’aragosta al giorno è una raccolta di vignette fresca e leggera, che celebra l’amicizia in tutte le sue forme. Con ironia e sagacia e disegni semplici ma con tutti i dettagli necessari, i simpatici animaletti di Liz Climo riusciranno sicuramente a strapparvi un sorriso.

Nerdandometro:
(3,8 / 5)

Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

Luigi
Claudia
Francesco
Stefano
Julian
Maurizio
Giandomenico
Maria Valeria
Giacomo
Danilo
Francesco
Paolo
Giulia
Serena
Francesca
Daniela

© Copyright 2014-2019 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top