Golden Globe 2019 - I vincitori - Nerdando.com
Film & Serie TV

Golden Globe 2019 – I vincitori

Golden Globe 2019

Golden Globe 2019

Questa notte la città di Los Angeles ha visto svolgersi la 76ª edizione dei Golden Globe, il premio assegnato dalla stampa estera negli Stati Uniti al meglio che cinema e televisione hanno da offrire.
Anche quest’anno, i premi che vengono tradizionalmente considerati un’anticipazione degli Oscar, hanno riservato sorprese, delusioni, conferme e svolte inaspettate.

Andiamo a scoprire insieme, quindi, i vincitori dei Golden Globe 2019.

Cinema

Qualche sorpresa è giunta sicuramente dai premi più ambiti: quelli per il miglior film. A spuntarla come miglior film drammatico è stato infatti Bohemian Rhapsody, battendo il più quotato A Star is Born.
Nella categoria miglior film commedia o musical ha invece vinto Green Book, lasciando a bocca asciutta gli apprezzati La Favorita e Vice.
Nessuna sorpresa, invece, per quanto riguarda il miglior regista: Alfonso Cuaron ha davvero convinto tutti con il suo intimo Roma, prodotto da Netflix, e ha decisamente meritato la statuetta dorata.

Tra le attrici, la migliore protagonista in un film drammatico è risultata Glenn Close per The Wife (e anche in questa occasione A Star is Born è rimasto a guardare); come da pronostico, invece, nella categoria miglior attrice protagonista in un film commedia o musical, Olivia Colman (che presto vedremo vestire i panni della Regina Elisabetta nella terza stagione di The Crown) ha trionfato per la sua interpretazione in La Favorita.
Miglior attrice non protagonista, infine, è risultata Regina King per Se la strada potesse parlare. L’attrice ha battuto le più quotate Emma Stone e Rachel Weisz, entrambe candidate per La Favorita.

Veniamo ora agli attori: miglior protagonista in un film drammatico è risultato Rami Malek per Bohemian Rhapsody. L’attore ha pronunciato un commosso ringraziamento a Freddy Mercury ritirando il premio. Decisamente meno ortodosso il discorso tenuto dal vincitore come miglior protagonista in un film commedia o musical: Christian Bale, premiato per Vice, ha ironicamente ringraziato Satana per avergli fornito l’ispirazione giusta ad interpretare Dick Chaney. Un discorso che voleva essere sarcastico, tuttavia, ha suscitato il pieno plauso dei satanisti americani.
Come miglior attore non protagonista, infine, è stato premiato Mahershala Ali per Green Book.

Il premio come miglior film straniero è stato poi assegnato a Roma, mentre quello per il miglior film d’animazione a Spider-Man: Un nuovo universo; miglior sceneggiatura è risultata quella di Green Book mentre miglior colonna sonora quella composta da Justin Hurwitz per First Man. A Star is Born si è consolato con il premio per la miglior canzone, assegnato a Shallow di Lady Gaga. Il premio alla carriera, infine, è andato a Jeff Bridges.

Televisione

Venendo al piccolo schermo, a trionfare nella categoria miglior miniserie è stato The Assassination of Gianni Versace, mentre come miglior serie comedy ha vinto la novità Netflix Il metodo Kominski e come miglior serie drammatica l’inossidabile The Americans.

Senza troppe sorprese la vittoria nella categoria miglior attrice in una serie comedy di Rachel Brosnahan per The Marvellous Mrs. Maisel. Miglior attrice in una serie drammatica è risultata invece la conduttrice della serata, Sandra Oh per Killing Eve. Miglior attrice  in una miniserie è risultata Patricia Arquette per Escape at Dannemora, mentre miglior attrice non protagonista in una miniserie, infine, è risultata Patricia Clarkson per Sharp Objects.

Tra gli attori, a spuntarla come miglior interprete in una serie comedy è stato Micheal Douglas, miglior attore in una serie drammatica è stato invece eletto Richard Madden per Bodyguard.
Nessuna sorpresa per il vincitore come miglior attore in una miniserie: Darren Criss per The Assassination of Gianni Versace. Il miglior attore non protagonista in una miniserie, invece, è stato decretato Ben Wishaw per A very English Scandal.

Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

© Copyright 2014-2019 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top