The Elder Scrolls Online: Summerset - Un buon motivo per tornare su TESO - Nerdando.com
Videogames

The Elder Scrolls Online: Summerset – Un buon motivo per tornare su TESO

Summerset

L’anno scorso, con il capitolo dedicato a Morrowind, ho avuto modo di provare a fondo The Elder Scrolls Online e in questi giorni, grazie a Bethesda, sono tornato nuovamente a varcare quelle meravigliose lande con la nuova espansione Summerset.

Recensione

ZeniMax Online Studios si è messo all’opera realizzando questo nuovo capitolo per The Elder Scrolls Online (TESO, per semplicità, d’ora in poi) che mi ha permesso di visitare Summerset, un’isola che, grazie al decreto della Regina Ayrenn, è stata finalmente aperta agli stranieri.

Devo ammetere che non tornavo su TESO da un po’ e vedere i luoghi che avevo lasciato qualche mese fa pieni di giocatori mi ha riscaldato il cuore: l’ottima idea di far uscire il gioco anche su console (ho provato il tutto su Playstation 4 Slim) unito alla nuova formula Free to Play ha sortito effetti positivi.

Le novità

Summerset porta delle interessanti novità a The Elder Scrolls Online.

Oltre alla presenza di nuovi Delve in cui ci imbatteremo nel corso delle varie missioni, sono stati introdotti due enormi e pericolosi Public Dungeon.

Non sono stati presentati nuovi Group Dungeons ma, fortunatamente, è stata introdotta una nuova Trial dal titolo Cloudrest che è un grande dungeon nel quale un massimo di dodici giocatori potranno affrontare un fitto nugolo di potenti nemici per ottenere, dopo aver sconfitto quattro boss, dei set di armature (leggere, medie o pesanti) per potenziare il personaggio.

Le nuove quest, sia principali che secondarie, sono sufficienti per riaccendere l’interesse verso TESO e mi hanno tenuto attaccato alla console per circa 30 ore: di certo non brillano per originalità dato che, come per ogni MMORPG che si rispetti, mi hanno visto girare in lungo e largo per Summerset cercando oggetti, parlando con NPC o sconfiggendo nemici particolari, ma sono permeate di un’aura di epicità che è presente nei capitoli offline della saga di The Elder Scrolls e che ho trovato estremamente piacevoli.

Completando le missioni della gilda dell’Ordine Psijic c’è la possibilità di conoscere tutta la loro storia e di sbloccare una nuova linea di 11 abilità divise in 5 attive, 5 passive e 1 ultimate dedicate alla distorsione del tempo; l’unico piccolo problema è dato dal fatto che, per sbloccare queste skills su ogni personaggio, sarà necessario affrontare nuovamente il ciclo di quest.

Infine è stato introdotto il Jewel Crafting per costruire dei gioielli e aumentare ulteriormente la personalizzazione dei personaggi.

Summerset

In conclusione

Nonostante siano passati più di 4 anni dall’uscita di The Elder Scrolls Online, queste espansioni continuano a portare novità che spingono i giocatori – con me ha funzionato con estremo successo – a tornare su Tamriel in cerca di avventure.

Dopo essere sbarcato su console, la formula Free to Play è risultata vincente, dato l’ammontare di personaggi che frequentano i server: riuscire a formare un party risulta abbastanza facile anche se, ovviamente, provare l’esperienza con amici fidati è sempre il miglior modo per affrontare un mmorpg.

Summerset è un espansione piena che, grazie alle 30 ore di gioco dovute alle quest, vi terrà impegnati. Certo, avrei preferito l’introduzione di una nuova classe come avvenuto con Morrowind, ma non mi posso lamentare grazie alla nuova linea di abilità dell’Ordine Psijic e all’inedito sistema di crafting dedicato ai gioielli.

Un punto a favore, grandissimo, è rappresentato dalla possibilità di affrontare tutte le missioni sia in solitaria che in compagnia: in questa maniera potete anche centellinarlo per bene e giocarlo quando avete solo un’oretta libera ma nessun amico a disposizione.

Le nuove location di Summerset sono davvero evocative e magiche, come avviene sempre quando mi lascio conquistare dalle architetture, ho passato parecchio tempo a girare in alcuni luoghi che ho trovato molto suggestivi.

Volendo trovare qualche punto negativo potrei citare la mancanza di localizzazione che potrebbe far storcere il naso a chi non mastica troppo la lingua inglese e il fatto che tutte le aggiunte siano dedicate al PvE piuttosto che al PvP.

In conclusione, Summerset è un ottimo punto di ritorno per i veterani nonché uno starter point perfetto per chi vuole avvicinarsi al meraviglioso mondo di The Elder Scrolls Online, sia su PC che su Xbox One che su Playstation 4.

Nerdando in breve

Summerset è un perfetto nuovo punto d’inizio per avventurarsi nel meraviglioso mondo di The Elder Scrolls online.

Nerdandometro:
(3,9 / 5)

Trailer

Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

Luigi
Claudia
Francesco
Stefano
Julian
Maurizio
Giandomenico
Maria Valeria
Giacomo
Danilo
Francesco
Paolo
Giulia
Serena
Francesca
Daniela
Paolo

© Copyright 2014-2018 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com | Tel. 3518450064

To Top