Haxa: i confini del vento - È quasi magia - Nerdando.com
Fumetti & Libri

Haxa: i confini del vento – È quasi magia

Haxa, nuovo fumetto di Nicolò Pellizzon (Gli amari consigli), è un progetto ambizioso e di lungo respiro: infatti è una saga mista di fantascienza, fantasy in salsa teen in quattro parti di cui è appena uscita la prima parte, I confini del vento, per BAO Publishing. Considerato che in Italia la fantascienza non è proprio un genere di cui vengono prodotte opere in quantità, ho letto il volume con molta curiosità.

Recensione

Il mondo scopre in maniera traumatica la magia e che molte persone nascono con poteri magici di due tipi: l’ars alchemica, in grado di controllare gli elementi e l’ars goetia, in grado di richiamare esseri da altre dimensioni. I primi sono considerati buoni e in grado di addestrarsi e migliorare la lora magia, mentre i secondi sono immediatamente fermati e considerati distruttori e violenti.

In questo mondo diviso tra fazioni magiche sovrastatali, Sophia è una studentessa che scopre di possedere dei poteri magici, solo che sono quelli goetiani e decide di scappare con il quasi fidanzato Mark, che però possiede poteri alchemici. S’intreccia con la loro storia il mistero del diverso trattamente verso i goetiani e di alcuni che non appartengono solo ad un ordine magico.

Detta così sembra una storia abbastanza lineare, ma si tratta solo di una parte della vicenda. Infatti il resto del fumetto prende svolte diverse e particolari che non vi racconto ma che sono importanti perché fanno parte dell’affresco narrativo che si svilupperà anche nei prossimi volumi.

Proprio sull’affresco narrativo arrivano alcuni elementi che non ho apprezzato particolarmente. L’idea di base è molto interessante, non nuova ma con tante possibilità. Però la realizzazione penalizza non poco il racconto. Infatti il fumetto è pieno di spiegoni su come funziona la magia di questo mondo futuro, con termini tecnici buttati ogni due righe, spesso inventati dallo stesso Pellizzon e schede esplicative di concetti non sempre riusati in questo volume.

La storia risulta quindi appesantita e rallentata da questi inserti, che peraltro richiedono parecchia attenzione, vista la presenza dei molti neologismi coniati da Pellizzon. Se dunque il concetto di base è semplice, non si può dire lo stesso della sua realizzazione. A soffrire di più sono i personaggi, che diventano quasi solo utili a spiegare e mostrare i concetti di questo mondo magico. Questo diventa evidente nella seconda parte del volume, con il gruppo delle fuggiasche in cui Sophia si nasconde: servono alla storia ma vengono usati quasi solo per spiegare alla protagonista come funzionano le cose, senza risultare particolarmente interessanti.

Idee da salvare

Tutto negativo? Ovviamente no.

Come già accennato, l’idea di base è intrigante. Le due fazioni con poteri diversi e percepite in maniera diversa hanno molte potenzialità così come il loro essere entità sovrastatali in contrasto con il potere costituito. Inoltre la scoperta dei poteri quando si è adolescenti mi ricorda da vicino l’universo degli X-Men e per me questa è sempre una scelta vincente e forte.

Pellizzon crea un mondo simile al nostro e verosimile, ma anche alieno e magico, dove la scoperta della magia ha cambiato il clima e stravolto la natura e dove la stessa lingua parlata è piena di contaminazioni. Alcune delle ragazze parlano con uno strano mix di linguaggi, all’inizio è straniante, ma dopo un po’ ci si abitua ed è una trovata molto interessante e non sempre esplorata dalla fantascienza.

Pellizzon ha uno stile particolare, soprattutto nel rappresentare le figure e i visi, molto influenzato dai fumetti orientali: questo potrebbe non piacere a tutti, ma è coerente con la storia. Riesce specialmente ad amalgamare bene il tutto, tramite disegni e colori sgargianti che rendono anche le strane creature delle altre dimensioni verosimili.

Nerdando in breve

Un bella idea, con parecchia carne al fuoco per i prossimi volumi.

Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

© Copyright 2014-2020 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top