For Honor - Quando la guerra è aperta a tutti - Nerdando.com
Videogames

For Honor – Quando la guerra è aperta a tutti

For Honor Closed Beta

For Honor è uno di quei giochi che difficilmente possono passare inosservati agli occhi di un amante di videogiochi. Che siate o meno appassionati del genere action, è infatti innegabile che con For Honor, Ubisoft stia tentando di realizzare qualcosa di unico e la recente closed beta a cui ho avuto modo di partecipare non ha fatto altro che rafforzare in me l’idea che questo titolo abbia davvero il potenziale per stupire. Ma andiamo con ordine…

Così come la closed beta che l’ha preceduta, questa fase di testing pre-lancio ha proposto contenuti di natura esclusivamente multiplayer, permettendoci di provare tre diverse modalità di gioco: i classici scontri faccia a faccia 1vs1, i più elaborati duelli 2vs2 e le battaglie su larga scala aperte a due squadre da 4 elementi ciascuna, incentrate più sulla dominazione e il conseguente possesso territoriale piuttosto che sull’eliminazione degli avversari. Tre modalità apparentemente simili, ma che già in questa fase preliminare sembrano delineare la chiara intenzione di Ubisoft di spaccare l’esperienza online in tre tronconi distinti, ciascuno rivolto a un determinato tipo di pubblico.

Nel corso del weekend in cui mi sono immerso nell’epico e brutale mondo di For Honor non ho infatti potuto fare a meno di constatare come ogni modalità sia stata chiaramente sviluppata tenendo bene a mente un certo tipo di giocatore nonché, dunque, un determinato approccio all’esperienza proposta. I duelli 1vs1, ad esempio, esaltano in maniera particolare la profondità delle meccaniche di combattimento rivelandosi adatti solo a coloro che decideranno di studiare ogni sfumatura di un sistema di combattimento che, complici eroi differenti e con abilità uniche, dovrà essere padroneggiato al meglio per evitare pessime figure. Una modalità per veri puristi del combattimento, insomma.

I duelli 2vs2 sembrano rappresentare invece una sorta di anello di congiunzione tra il contesto estremamente hardcore dei duelli 1vs1 e l’atmosfera più “casual” delle sfide 4vs4. La possibilità di cooperare con un compagno per affrontare una coppia di nemici rende gli scontri più frenetici e accessibili, sebbene anche in questo caso il mancato studio del proprio eroe e delle sue abilità si traduca praticamente sempre in una morte certa e dolorosa.

Le sfide 4vs4, infine, dovrebbero rappresentare la scelta ideale (nonché implicitamente obbligata) per tutti coloro che, pur non volendo o non avendo modo di approfondire troppo le sfumature di un sistema di combattimento ben più complesso di quanto non sembri, fossero comunque intenzionati a godersi tutto il ben di Dio messo a punto da Ubisoft. Questo perché, complice la presenza di mob e ambientazioni più vaste, le abilità del singolo tendono a contare molto meno rispetto a ciò che accade nelle altre modalità, esaltando al contrario il gioco di squadra e la pianificazione di gruppo.

Insomma, per farla breve la sensazione è che Ubisoft abbia realizzato un comparto online che possa risultare appetibile a un pubblico estremamente vasto e vario ma… questo ci conduce verso una domanda tanto inevitabile quanto potenzialmente “pericolosa”: e il singleplayer? Come ben sappiamo For Honor disporrà di una campagna da giocare in solitaria ma la penuria di informazioni in merito nonché la grande enfasi data all’esperienza online, fanno pensare che potremmo trovarci di fronte a un “grosso tutorial” il cui unico scopo sarà quello di prepararci alla brutalità del multiplayer online.

Considerando la bontà del prodotto, la sua grandissima atmosfera nonché il fascino delle tre fazioni proposte, sarebbe un vero peccato se tali timori dovessero effettivamente concretizzarsi al momento della release, ma la risposta è ormai alle porte visto che For Honor invaderà le nostre case (e speriamo anche i nostri cuori) tra due sole settimane.

Nerdando in breve

Un gioco ricco di potenziale e potenzialmente adatto a tutti in chiave multiplayer ma con la grande incognita di un singleplayer che potrebbe rivelarsi tutto e il contrario di tutto.

Trailer

Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

Luigi
Claudia
Francesco
Stefano
Julian
Maurizio
Giandomenico
Maria Valeria
Giacomo
Danilo
Francesco
Paolo
Giulia
Serena
Francesca
Daniela

© Copyright 2014-2018 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top