Rocketeer: Orrore a Hollywood - Al cinema con Rocketeer - Nerdando.com
Fumetti & Libri

Rocketeer: Orrore a Hollywood – Al cinema con Rocketeer

Recensione

Uno dei piaceri dei fumetti seriali è leggere versioni diverse di personaggi iconici. E grazie a SaldaPress che ci ha concesso il volume in anteprima, sono riuscito a leggermi una nuova avventura di Rocketeer, Orrore a Hollywood, scritta da Roger Langridge e disegnata da J. Bone.

Trama

Cliff e Betty questa volta si trovano ad indagare due misteri diversi che portano entrambi verso il mistico Otto Rune e la sua Chiesa del Cosmicismo, che ha cattive intenzioni verso i divi di Hollywood.

Orrore a Hollywood ha le stesse premesse della mini precedente, Il cargo maledetto: nuovi autori alle prese con un’avventura del personaggio di Dave Stevens. I personaggi sono quelli, ma senza grossi vincoli di continuity – in teoria questa storia si svolge nel 1938, mentre la mini precedente è del 1940 – e con libertà totale per gli autori.

Golden Age comedy

Come nel precedente, anche qui IDW Publishing ha fatto centro. Orrore a Hollywood è un’avventura dal ritmo elevato e rispetta appieno atmosfere e riferimenti delle storie originali.

Il taglio qui è piuttosto umoristico, a metà tra commedia slapstick e screwball comedy (entrambi generi tipici del periodo negli USA) con l’aggiunta di crimine, mistero e azione da serial cinematografico del periodo.

Siccome siamo a Hollywood, non può mancare il cinema. Langridge nella prefazione al volume dichiara il suo amore per la Hollywood classica e dedica il volume a Groucho Marx. Si toglie quindi lo sfizio d’inserire quanti più omaggi e camei ad attori famosi che può.

Infatti tra i personaggi che aiuteranno nostri eroi compaiono una coppia di detective sofisticatissimi che hanno fattezze già note – almeno a me che vedo continuamente film del periodo. Si tratta di William Powell e Myrna Loy, ovvero l’Uomo Ombra e sua moglie Nora, protagonisti di una serie fortunatissima di film gialli uscita tra 1934 e 1947.

Omaggia i tuoi maestri

I toni sono più divertiti che nella storia precedente e questo si vede ancora di più ai disegni. All’essenzialità classica di Chris Samnee fa da contraltare lo stile più cartoonesco di J. Bone.

Il disegnatore viene dall’animazione ed è stato a lungo collaboratore di Bruce Timm e Darwyn Cooke e si vede sia in alcune anatomie che nella divisione della pagina. Contribuisce senz’altro al tono classicheggiante e retrò della storia ed è perfetto per il tono più scanzonato.

All’inizio vedendo qualche immagine qui e là ho pensato che mi diceva poco. Anzi, temevo che fosse disegnata proprio male. Mi sono ricreduto. Certo, Bone è a parecchi gradi di distanza dalla perfezione da illustratore di Stevens o dall’essenzialità di Samnee però è comunque un bravo disegnatore con un suo stile adatto a questa storia.

E d’altronde il senso stesso di questa operazione è quello di dare interpretazioni diverse e personali al personaggio di Stevens. Quindi Bone va benissimo così.

Appendici

In coda al sempre ottimo volume SaldaPress, ci sono due storie brevi. La prima del grande Stan Sakai, la seconda è scritta da David Mandel sempre per i disegni di J. Bone.

Entrambe sono degli omaggi ad altri personaggi e topos narrativi del periodo. Sakai fa incontrare Rocketeer con un certo Clark che sogna di volare in una fattoria del Kansas, mentre Mandel gioca con gli stereotipi della fantascienza classica tipo Flash Gordon. Sono entrambe molto carine e aggiungono ancora più senso all’intera operazione di recupero del personaggio.

Concludendo

Le nuove miniserie IDW Publishing su Rocketeer presentano avventure sempre diverse per stile e intenzioni e questo Orrore a Hollywood non fa eccezione. La storia è come da tradizione rapida e piena di ritmo, con più umorismo e con tanti omaggi e citazioni cinematografiche.

Edizione

Rocketeer: Orrore a Hollywood è un volume cartonato di 128 pagine, edito da SaldaPress e in vendita al prezzo di copertina di 24,90€.

Nerdando in breve

Omaggio al cinema classico, Rocketeer: Orrore a Hollywood mantiene alta la qualità delle nuove avventure di Rocketeer.

Nerdandometro
4 out of 5 stars (4 / 5)

Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

© Copyright 2014-2020 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top