Snack World: Esploratori di Dungeon - Mangiare cotolette divertendosi - Nerdando.com
Videogames

Snack World: Esploratori di Dungeon – Mangiare cotolette divertendosi

Snack World

Dopo essere rimasto ossessionato dal trailer che mi ha spinto a cantare a ripetizione la canzone di apertura del gioco, posso rendervi partecipi della mia esperienza con Snack World: Esploratori di Dungeon, titolo appena uscito per Nintendo Switch.

Recensione

Il franchise The Snack World è stato creato e sviluppato da Level-5 e include, oltre ai videogames, anche manga, film e una serie animata.

Cos’è quindi Snack World: Esploratori di Dungeon? È un colorato dungeon crawler nel corso del quale, con il nostro personaggio creato all’inizio del gioco e totalmente personalizzabile nell’aspetto fisico, ci troveremo a scandagliare luoghi alla ricerca di nemici, materiali e boss da sconfiggere.

Gameplay

Il mondo dove sono ambientate le nostre avventure è definito hyper casual fantasy perché, oltre agli elementi tradizionali del genere fantasy, ci sono delle commistioni tecnologiche con oggetti dei nostri giorni, come – per esempio – lo smartphone Pix-e Pod con il quale gestire l’eroe, il suo equipaggiamento e il party.

Senza, come sempre, lasciarvi alcuno spoiler, vi accenno la trama: la o il protagonista della nostra storia è un’eroina o un eroe che, all’inizio dell’avventura, non ricorda nulla del suo passato e così si ritrova invischiato nelle vicende di un regno guidato da un re e dalla sua capricciosa e volubile figlia.

A fungere da hub c’è la città di Tutti Frutti che, allo stesso modo che abbiamo già visto in titoli come Monster Hunter o Destiny, sarà il nostro quartier generale, con i suoi negozi e le sue strade dove incontrare personaggi non giocanti per carpire informazioni o per procurarci incarichi per missioni secondarie.

Snack World

Le quest, siano esse della storia principale o secondarie, si svolgono seguendo un canovaccio caro a tutti gli amanti dei giochi di ruolo: si uccideranno x mostri, si accumuleranno x materiali e, tal volta, si sconfiggeranno boss in scontri epici che ricordano da lontano le battaglie di Dark Souls (ve l’ho scritto, eh, da lontano).

Come avrete capito, il fulcro del gioco sono i combattimenti in tempo reale, nel corso dei quali occorrerà imparare il mantra, citando quel gran bel film che è Palle al Balzo – Dodgeball -, “Schiva, piega, scansa, tuffati e schiva”, ma non solo, servirà anche colpire gli avversari con le armi a disposizione che hanno un colpo speciale che si ricaricherà nel tempo ma nessun problema: l’opzione di cambiare l’arma al volo, con una semplice pressione di un pulsante, per prenderne una più performante per il momento, mi ha salvato molte volte la vita.

Alla fine della quest, si otterrà un loot finale che varia a seconda di come ci siamo comportati: migliore è stata la performance, maggiore sarà il numero di oggetti che porteremo a casa.

Tra una missione e l’altra, mentre si ozia nella città di Tutti Frutti, è possibile aggiungere membri al party utilizzando gli Snack – foto scattate durante le missioni a nemici o personaggi per potenziare il gruppo di alleati – ed equipaggiare fino a sei armi e armature (chiamati Jara); ognuno di questi ultimi oggetti citati ha delle abilità passive e quindi le combinazioni sono molte ma, se non volete spendere troppo tempo, il gioco mette a disposizione un’opzione per equipaggiare tutto automaticamente, senza troppi grattacapi: non è la scelta ideale se volete massimizzare le combo ma è comunque un’alternativa valida per provare l’esperienza di Snack World in maniera più casual.

Per quanto riguarda il multiplayer, è possibile scambiare gli Snack e affrontare le sole missioni secondarie in compagnia di tre amici, per un party di un massimo di quattro giocatori: è un vero peccato perché sarebbe stato emozionante poter giocare tutto il titolo in modalità cooperativa.

Snack World

Comparto tecnico

Il motore grafico è funzionale e adatto al tipo di titolo: la resa visiva è simile a quella di un anime, un anime di cui noi siamo i protagonisti.
I personaggi, così come i nemici, i boss, il paesaggio e tutto ciò che c’è di contorno è realizzato con un tratto così colorato e armonioso da risultare molto piacevole agli occhi: tutto si muove in modo fluido, senza cali di frame, anche nei momenti più concitati, sia quando la console è nella dock che in modalità portable.

Il comparto sonoro è da urlo e spiccano le magistrali musiche (vi troverete a canticchiare spesso la sigla iniziale, fidatevi) e l’ottimo parlato, totalmente localizzato in Italiano.

Anche il netgaming, nonostante abbia effettuato poche prove poiché il gioco – allo stato attuale – non è ancora uscito, è appagante e funzionale e non ho mai registrato situazioni con lag o blocchi dell’azione.

In conclusione

Sarò estremamente sincero, come sempre: Snack World: Esploratori di Dungeon mi è piaciuto particolarmente, è un prodotto solido che sa intrattenere anche se ho riscontrato un paio di elementi che mi hanno fatto storcere il naso. In primo luogo, i dialoghi, seppur surreali, pieni di situazioni in cui si infrange la quarta parete e di citazioni pop come piacciono a me, alcune volte assumono toni molto bambineschi: si nota che il titolo è pensato soprattutto per i giovanissimi. In secundis, avrei preferito poter affrontare tutte le situazioni che il gioco propone in modalità cooperativa e non solo le missioni secondarie.

Mi è stato facile passare sopra a questi due “difetti” (lo scrivo tra virgolette, perché non inficiano assolutamente la validità del lavoro di Level-5) perché il comparto tecnico e la giocabilità sono di alto livello: ho apprezzato la personalizzazione del personaggio, tra tratti fisici ed equipaggiamento, e del party che lascia totale libertà, sia che si voglia spendere tempo per creare le combinazioni perfette, sia che si lasci tutto questo lavoro alla CPU grazie al sistema di autoequipaggiamento. La longevità, inoltre, è altissima: per completare il gioco al 100% sono necessarie una cinquantina di ore che aumenteranno nel caso in cui iniziate ad addentrarvi nel cooperativo con qualche amico.

Il sistema di combattimento in tempo reale è, per un giocatore esperto, non troppo sfidante anche se ammetto di essermi trovato in difficoltà in alcuni momenti, soprattutto nei momenti in cui gli avversari sono numerosi.

La localizzazione in Italiano, sia nella parte scritta che nei dialoghi parlati, è la ciliegina su una succulenta torta.

In conclusione, ci troveremo a discutere di Snack World: Esploratori di Dungeon sul nostro canale Twitch: allo stato attuale, non posso far altro che consigliarvelo, se amate i giochi di ruolo e i dungeon crawler.

Nerdando in breve

Snack World: Esploratori di Dungeon è un buon dungeon crawler, soprattutto se giocato in compagnia di amici con i quali condividere l’esperienza.

Nerdandometro:
4 out of 5 stars (4 / 5)

Trailer

Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

© Copyright 2014-2020 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top