Daymare: 1998 - Il Resident Evil italiano - Nerdando.com
Videogames

Daymare: 1998 – Il Resident Evil italiano

Daymare: 1998

Recensione

Diciamo pure che non sono mai stato un grande fan dei videogiochi horror, che a differenza dei film e dei libri,  mi mettono troppa inquietudine, perché sono io attivamente a vivere l’avventura.

Sapevo che mi avrebbe fatto paura, quindi diciamo che, citando qualche youtuber: “questa recensione non la volevo nemmeno fare“.

Solo dopo aver preso in mano Daymare: 1998 mi sono accorto che in realtà è un titolo abbastanza intrigante e, per quanto metta veramente troppa ansia, non fa così tanta paura.

Partiamo dal principio, cos’è Daymare: 1998?

Questo titolo è un survival horror sviluppato da Invader Studios, giocandolo, al primo impatto, il feeling è quello di un Resident Evil. Ad esempio le meccaniche di esplorazione e di raccolta oggetti sono le stesse.

Storia

Giocheremo nei panni di tre personaggi, membri della H.A.D.E.S., una corporazione speciale delle forze armate che si occupa delle operazioni più rischiose, ma non solo.

Nel primo capitolo ci verrà richiesto di recuperare un agente patogeno che trasforma le persone in zombie (originale come idea, vero? non ci aveva mai pensato nessuno!).

Nel secondo invece dovremmo trovare rifugio da questo gas che si è espanso nei villaggi vicini, dopo un bellissimo stravolgimento di trama e l’inserimento di una bella meccanica a tempo di protezione dal gas, che contribuirà ad aumentare il già grande ammontare di ansia.

Gli altri dovete scoprirli voi, la trama è complessa ed interessante.

Gameplay

Come avete letto in precedenza, il gameplay è molto simile a quello di un Resident Evil generico: due armi, la raccolta di proiettili, la meccanica di crafting per inserire i proiettili nei caricatori e per creare oggetti di cura.

Certo, un po’ di innovazione c’è, per esempio potremo creare degli oggetti che aumentano la difesa, ricaricano la stamina o danno più precisione nelle armi.

Questi oggetti si potranno combinare, creando siringhe che magari danno un doppio bonus (ad esempio cura e ricarica della stamina).

Debolezze

Daymare: 1998 è un bel gioco, ma non mancano punti deboli di cui parlare.

Prima di tutto, alcune animazioni non sono per niente fluide o naturali, per esempio quella di quando si accede al menù di crafting: il dispositivo che gestisce l’inventario è sul nostro polso destro, ogni volta che si prova ad aprirlo sarà come se un braccio ci si staccasse ed arrivasse proprio davanti alla nostra faccia.

I piccoli difetti di ottimizzazione, essendo una demo, non vanno nemmeno menzionati, a mio parere, verranno sicuramente risolti.

Il più grande difetto di questo gioco però è il sistema di sparo, mi sono trovato veramente malissimo, sia con la mira interamente manuale che con quella semiautomatica (la completamente automatica mi sono rifiutato di usarla). Forse l’hitbox degli zombie, fatta troppo superficialmente, non aiuta, però il  feeling rimane veramente orribile.

L’esimio presidente Tencar ha giocato il gioco in modalità difficile ed è rimasto sconcertato dal fatto che il primo boss, dopo svariati tentativi, è stato più facile da battere a pugni che con le armi da fuoco.

Inoltre sottolinea che gli zombie, troppo spesso, appaiono all’improvviso e rendono difficile e frustrante l’esperienza del giocatore che si approccia al titolo per la prima volta.

Grafica e Sonoro

Se c’è una cosa su cui non si può denigrare questo gioco, è di certo la grafica.

Unreal Engine 4 sfruttato in maniera veramente egregia, riflessi ed ambientazioni sono una goduria per gli occhi, solo la grafica riesce a trasmettere una quantità di emozioni impressionante, soprattutto se giocato al buio.

Per quanto riguarda la colonna sonora, nulla di eccelso, ma nemmeno orribile, diciamo la solita musica da horror, inquietante, tempo lento, note lunghe e tanti accordi minori.

Conclusioni

Beh, che dire, Daymare: 1998 sembra promettere bene, ci sono molte cose da aggiustare e tanto lavoro da fare ancora, ma sicuramente è un gran gioco.

Prezzo

Daymare: 1998 è disponibile solo su PC (Steam) al prezzo di 29,99 €

Nerdando in breve

Daymare: 1998 è un Survival Horror prodotto da Invader Studios, con meccaniche alla Resident Evil e uno stile di gioco molto inquietante, anche se con molti punti deboli.

Nerdandometro:
3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Trailer

Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi e il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post e articoli quotidianamente, con uno stile simile a una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci ha fatto costituire un’associazione culturale e ci spinge a essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente, il nostro gruppo Facebook e il nostro account Twitch.

La redazione

© Copyright 2014-2020 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top