Altre nerdate

La cronologia degli X-Men al cinema


X-Men Apocalisse
, nono film della saga cinematografica dedicata ai supereroi mutanti Marvel, è appena uscito nelle sale di tutto il mondo. Personalmente lo attendevo con molta ansia, avevo grandi aspettative e non sono stata delusa! Prima di andare al cinema però, mi è venuta voglia di fare un ripassone degli 8 film precedenti, per ricordare a che punto della storia ci troviamo dato che, come giustamente dice Deadpool nel suo film, “la linea temporale è così confusa!”. Gli Studi Cinematografici Marvel mi hanno abituata troppo bene, realizzando i film dedicati agli Avengers & co. con una cura quasi maniacale per i dettagli tra una pellicola e l’altra, dal 2008 ad ora, cosa che invece purtroppo non è stata fatta dalla 20th Century Fox che produce i film sugli X-Men dal 2000: frequentemente possiamo vedere cambi di attori, personaggi buttati un po’ alla rinfusa, storie incongruenti. Ma cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Nel 2000 è uscito X-Men diretto da Bryan Singer: sono particolarmente affezionata a questo film che ha portato sullo schermo cinematografico alcuni dei miei mutanti preferiti, come Wolverine, Charles Xavier, Tempesta, Jean Grey e Ciclope. In questo titolo facciamo anche la conoscenza del cattivo per eccellenza, Magneto, e dei suoi scagnozzi Mistica e Sabertooth (ricordatevi di lui in particolare); inoltre, nelle scene ambientate nella scuola per giovani dotati (cioè mutanti) del professor Xavier, possiamo intravedere altri personaggi come Pyro e Kitty Pride. Alcune scene importanti riguardano i flashback del passato di Wolverine (che non ha ricordi fino a 15 anni prima delle vicende del film).

Nel 2003 è uscito X-Men 2, sempre diretto da Singer: le vicende seguono quelle del primo film, molti dei personaggi sono gli stessi e ne conosciamo di nuovi, come ad esempio Colosso (che ritroveremo in Deadpool) e Nightcrawler, che qui ha all’incirca la stessa età, presumibilmente, di Mistica: scegliamo di ignorare il fatto che nei fumetti lei sarebbe la madre di lui e passiamo oltre. Il cattivo del film è William Striker, vecchia conoscenza di Wolverine (lo rivedremo più volte in seguito). Nella scena finale si vede un’ombra sull’acqua che immagino debba essere la Fenice.

2006: X-Men Conflitto Finale, diretto stavolta da Brett Ratner. Di nuovo le vicende seguono quelle del film precedente, ispirandosi alla storia della Fenice del fumetto (ecco il perché della scena citata sopra) ma cambiandola completamente, e i personaggi sono quasi gli stessi, a parte che stavolta Kitty Pride, che avevamo intravisto nei primi 2 film, è bruna ed è una dei protagonisti. Conosciamo anche Bestia e intravediamo Psylocke, oltre a tanti altri mutanti/comparse buttati un po’ alla rinfusa. C’è una scena post credit, la prima della saga, in cui capiamo che Xavier non è realmente morto.

Nel 2009 si comincia a tornare indietro nel tempo, il film X-Men Le Origini – Wolverine infatti è dedicato a Wolverine ovviamente e ci racconta la sua vita fino a 15 anni prima di X-Men. Qui rivediamo un giovane William Striker (e la cosa ha senso dato che in X-Men 2 è anziano) e Sabertooth: dimenticandosi totalmente del fatto che questo personaggio era nel primo film, qui viene presentato come il fratellastro di Logan (cioè Wolverine), ed è anche molto diverso fisicamente da com’era. Almeno, le scene dei flashback che avevamo visto in X-Men vengono vagamente riprese. Vediamo anche Ciclope da ragazzo e una certa giovane mutante che ha il potere di far diventare la propria pelle dura e luccicante come il diamante: non viene mai nominata ma sappiamo che è Emma Frost (e no, nei fumetti non è la sorella di Silver Fox come nel film). Cronologicamente, questo film andrebbe visto prima dei 3 precedenti. C’è una scena post credit che mostra la testa mozzata di Deadpool che riprende vita… Già, perché in questo film c’è anche Wade Wilson (cioè Deadpool), che viene presentato in maniera davvero pessima.

2011: con X-Men L’Inizio torniamo ancora più indietro nel tempo per vedere le origini del professor Xavier e Magneto, oltre che di molti altri mutanti come Mistica, Bestia, Havoc, Banshee, ecc. L’ambientazione è quella degli anni ’60 e il cattivo è Sebastian Shaw, accompagnato da Emma Frost (si, proprio lei, che avevamo visto in X-Men Le Origini – Wolverine, solo che qui è adulta… quanto odio queste cose) e Azazel (che nei fumetti è genitore di Nightcrawler insieme a Mistica ma facciamo finta di niente). C’è un cameo molto divertente di Wolverine e non c’è nessuna scena post credit. Ovviamente questo film, volendo rispettare la cronologia, andrebbe visto prima di tutti.

2013: esce Wolverine L’Immortale, che racconta le avventure giapponesi di Logan ed è ambientato poco dopo gli eventi di X-Men Conflitto Finale, quindi andrebbe visto di seguito a quello. C’è una scena post credit importante in cui ritroviamo Charles Xavier (il che conferma che non era davvero morto nel terzo film) e Magneto, che sembra aver ritrovato i suoi poteri, ma si era intuito che ciò sarebbe successo già dall’ultima parte di X-Men Conflitto Finale; questa scena ci catapulta direttamente in X-Men Giorni di un futuro passato.

Ora le cose si complicano un pochino. Nel 2014 è uscito X-Men Giorni di un Futuro Passato: ci troviamo molto tempo dopo Wolverine L’immortale in un futuro catastrofico, in cui i pochi mutanti rimasti, tra cui Xavier, Magneto, Alfiere, Uomo Ghiaccio, Colosso, Tempesta e Kitty Pride, decidono di inviare indietro nel tempo Wolverine (in un modo un po’ particolare) affinché possa cambiare la storia ed evitare la distruzione del mondo. Nel passato, Logan incontra i vari personaggi che abbiamo visto da giovani in X-Men L’inizio, quindi Magneto, Xavier, Mistica, ecc, ed anche un giovane Quicksilver: ho apprezzato molto l’accenno al fatto che il padre (suo e della sorellina Wanda) sia Magneto, come effettivamente è nei fumetti. Alla fine del film la storia viene cambiata, il futuro catastrofico viene evitato e Wolverine si ritrova a vivere in un mondo diverso da quello che ha lasciato (ma solo lui ricorda le differenze) in cui Jean Grey ed altri sono ancora vivi e si trovano nella scuola per giovani dotati del professor Xavier, come se ciò che accade in X-MenX-Men 2, X-Men Conflitto Finale Wolverine L’Immortale non fosse mai successo… Ecco perché adesso la linea temporale è confusa! La scena post credit ci mostra addirittura Apocalisse in persona, con i suoi quattro cavalieri sullo sfondo.

Quest’anno è uscito anche il film dedicato a Deadpool, che ignora (fortunatamente) quasi tutto ciò che di lui si era visto in X-Men Le Origini – Wolverine. Oltre al merc with a mouth ritroviamo Colosso, che avevamo visto in X-Men 2 e in X-Men Giorni di un Futuro Passato, ma qui è molto diverso (siamo abituati ormai a questi cambi radicali tra un film e l’altro). La scena post credit ci indirizza verso Deadpool 2.

X-Men Apocalisse (che mi è piaciuto tantissimo) è ambientato di nuovo nel passato, 10 anni dopo gli eventi di X-Men Giorni di un Futuro Passato, ed è ultimo nell’ordine cronologico (“saltando” Deadpool che è un caso un po’ a parte non essendo collegato molto fortemente ad un momento storico preciso), poiché si svolge nel mondo post le modifiche effettuate da Wolverine in X-Men Giorni di un Futuro Passato, tutto è stato reebotato (come dicevo sopra, non esiste quasi più nulla di ciò che è accaduto nei film dopo gli anni ’70) ed è da qui che si ripartirà per i film futuri. La scena post-credit lascia ben sperare…

Ricapitolando infine, il giusto ordine da seguire per vedere i film cronologicamente è:

  • X-Men L’inizio
  • X-Men Le Origini – Wolverine
  • X-Men
  • X-Men 2
  • X-Men Conflitto finale
  • Wolverine l’Immortale
  • X-Men Giorni di un Futuro Passato
  • (Deadpool)
  • X-Men Apocalisse

Buon divertimento e buona visione!

Se cercate informazioni anche sulla cronologia dei film sugli Avengers potete trovarle qui!



Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un’associazione culturale ed un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi ed il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post ed articoli quotidianamente, con uno stile simile ad una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci spinge ad essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale.

La redazione

© Copyright 2014-2016 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | Telefono: 0871070222 | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top
Connetti!