La moglie del Nerd

La moglie del Nerd #13 – Due cuori e uno Slenderman

L'elegante Slender

L’elegante Slender

Conoscete il personaggio di Slender? Molti di voi probabilmente risponderanno di sì, visto che, negli ultimi anni, è diventato un vero e proprio fenomeno di costume. Conoscete anche il videogioco a lui ispirato, “Slender: The Eight Pages”, considerato ormai un cult tra gli appassionati di videogames indipendenti? Per tutti quelli che non hanno idea di cosa io stia parlando (scommetto che ce ne sarà almeno qualcuno) facciamo una piccola premessa che permetta di inquadrare il personaggio ed il videogioco, prima di spiegarvi in che modo si inseriscono in questa rubrica.

Slender (o Slenderman, che dir si voglia) è un personaggio spaventoso nato per un concorso fotografico e, successivamente, reso prima famoso da numerose creepypasta (sì, le storie dell’orrore diffuse su internet) e, dopo, iconico grazie al fortunato videogioco. Lo Slender è senza dubbio un soggetto inquietante, che riesce ad incutere terrore grazie a pochi ma sapientemente studiati elementi. Si tratta di un essere magro e molto alto, con braccia e gambe lunghissime, vestito sempre con un completo scuro. A renderlo così terrificante è il fatto che non abbia volto, sostituito invece da una superficie liscia completamente bianca, e che lunghi tentacoli spuntino dalla sua schiena. La ciliegina sulla torta è che Slender non cammina, ma si limita a materializzarsi: prima in lontanza e poi, gradualmente ed inesorabilmente, sempre più vicino alle sue vittime.

Vi dicevo che Slender è nato per un concorso fotografico: ebbene, può sembrare strano, ma è proprio così. Il personaggio, infatti, è stato creato nel 2009 da Eric Knudsen, sul sito “Something Awful” per un concorso fotografico che consisteva nel ritoccare delle fotografie, aggiungendo dettagli macabri o misteriosi. Naturalmente, la terrificante e pallida creazione in doppiopetto vinse il concorso. Inutile dire che, dopo questa prima timida apparizione, Slenderman di strada ne ha fatta, diventando di fatto un’icona del nostro tempo.

Il videogioco indipendente “Slender: The Eight Pages”, sviluppato nel 2012 da Parsec Productions e scaricabile gratuitamente per pc, ha senza dubbio contribuito in maniera decisiva alla fama del personaggio ed è anche lo strumento attraverso cui io l’ho scoperto. Il gioco in sé è molto semplice, addirittura essenziale. L’azione si svolge tutta in prima persona, ovviamente di notte ed all’interno di un bosco. Col solo ausilio di una torcia elettrica, il nostro compito sarà quello di collezionare 8 pagine nascoste, appartenenti ad un diario e contenenti indizi su Slenderman. Come è facile intuire, il nostro pallido amico non mancherà di farci visita durante le nostre esplorazioni, materializzandosi dapprima in lontanza e poi sempre più vicino a noi. Una volta avvistata la strana creatura, l’unica cosa da fare è scappare a gambe levate: infatti, se gli permettiamo di avvicinarsi a noi o lo fissiamo per troppo tempo, il gioco mostrerà delle interferenze sullo schermo e dichiarerà il game over, costringendoci a riprendere la ricerca dall’inizio. La difficoltà, ovviamente, cresce con l’aumentare delle ore di gioco e con il numero di pagine raccolte. Se, infatti, all’inizio Slender si mostrerà solo raramente, dopo aver trovato i primi indizi comincerà ad avvicinarsi più spesso. Una trama ed uno sviluppo semplici, come si vede, caratterizzati da pochi elementi. Eppure, vi assicuro che è un gioco da non provare a luci spente! L’atmosfera notturna e spettrale, il sottofondo musicale ad hoc e il rischio concreto di girarsi e ritrovarsi Slenderman alle spalle saranno fonte di non pochi salti sulla sedia. Questi aspetti e la difficoltà reale di finire il gioco sono sicuramente alla base del grande successo del videogame.

A questo punto vi starete sicuramente domandando: come può tutto questo risultare in qualche modo romantico? Potrà sembrare insolito, ma il videogioco di Slender è di fatto alla base della storia d’amore tra me ed il mio Nerd. Ero, infatti, venuta a conoscenza del gioco tramite alcuni amici che lo avevano provato ed avevo guardato alcuni video di gameplay su Youtube ed anche qualche video parodia. Proprio uno di questi ultimi, ha portato ad un primo scambio di battute tra me ed il mio Nerd. Il gioco mi aveva incuriosita e proprio l’elemento “spaventoso” che tutti tanto decantavano mi aveva fatto venire voglia di provarlo ma, essendo piuttosto tecnolesa, non ero in grado di scaricare il gioco da sola. Grazie a questa mia “caratteristica”, quindi, abbiamo iniziato a parlarne e lui mi ha trovato e spiegato come installare una versione che potesse essere supportata anche dal mio molto poco performante netbook. In realtà, dire che il gioco girasse sul mio computerino sarebbe un’iperbole, la scarsità della scheda grafica del mio netbook ha avuto un effetto molto positivo sull’elemento terrificante del gioco: essendo tutto a scatti e bloccandosi molto di frequente, era di fatto impossibile spaventarsi. Inutile dire che, alla fine, ho giocato molto poco a “Slender: The Eight Pages”, non ho trovato nemmeno la prima pagina ma, se non altro, ora io ed il mio Nerd siamo marito e moglie. Insomma, parafrasando Dante, è proprio il caso di dire: “Galeotto fu lo Slender e chi lo programmò”.



Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un’associazione culturale ed un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi ed il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post ed articoli quotidianamente, con uno stile simile ad una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci spinge ad essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale.

La redazione

© Copyright 2014-2017 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | Telefono: 0871070222 | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top
Connetti!