Errori di continuity nei film sugli X-Men - Nerdando.com
Film & Serie TV

Errori di continuity nei film sugli X-Men

x-men

Cosa fa un nerd quando non riesce a dormire? Conta le pecore elettriche, oppure conta gli errori di continuity nei film sugli X-Men, in entrambi i casi si può andare avanti a lungo…

Sarebbe stato bello se anche nei film sui mutanti Marvel fosse stata messa la stessa cura che c’è in quelli sugli Avengers del Marvel Cinematic Universe, in cui a parte in rarissimi casi (ad esempio il cambio dell’attore che interpreta Hulk da Edward Norton a Mark Ruffalo) tutto è sempre perfettamente collegato e coerente. Ma non è così purtroppo, e come risultato di una mia notte insonne, ecco a voi una lista degli errori che mi sono venuti in mente.

N.B.: ricordate che in X-Men Giorni di un futuro passato viene creata una linea temporale alternativa, quindi molti dettagli cambiano (ad esempio, l’Arma X) e non saranno inseriti di seguito. Se volete sapere in che modo la storia cambia e qual è il corretto ordine cronologico dei film, andate QUI!

Kitty Pride

In X-Men, quando Wolverine si trova nella scuola per giovani mutanti, Charles Xavier sta facendo lezione a dei ragazzi e una di loro, una adolescente castana, passa attraverso una porta, e il professore la chiama Kitty: è ovvio che si tratta di Kitty Pride. In X-Men 2, quando Striker attacca la scuola, si vede di nuovo una ragazza passare attraverso muri e persone, è sempre castana ma sembrerebbe più piccola di quella che abbiamo visto nel primo film, e l’attrice è diversa; non viene mai nominata ma anche qui è ovvio che si tratti di Shadowcat. In X-Men Conflitto finale c’è di nuovo Kitty Pride, ma stavolta è tra i protagonisti ed è interpretata da Ellen Page. Per fortuna, la Page ha ripreso lo stesso ruolo anche in X-Men – Giorni di un futuro passato.

Sabertooth

In X-Men uno degli scagnozzi di Magneto è Sabertooth (interpretato da Tyler Mane), un bestione biondo e stupido che ha lo stesso potere rigenerante di Wolverine, e sul quale non sappiamo altro. In Le Origini – Wolverine, c’è di nuovo Sabertooth, che però è molto diverso da quello del primo film, è il fratello di Logan ed è interpretato da Liev Schreiber. In X-Men Logan e Sabertooth si incontrano e combattono e sembrano non conoscersi, ma poiché Le origini è ambientato cronologicamente molto tempo prima di X-Men, sappiamo che i due hanno una storia insieme e che quindi Sabertooth dovrebbe riconoscere il proprio fratello e in qualche modo interagire con lui, ma ciò non accade (Logan è scusato perché in quel periodo non ricordava nulla del proprio passato quindi non avrebbe potuto riconoscere il fratello).

Angelo

In X-Men Conflitto finale vediamo un giovane mutante con grandi ali bianche, interpretato da Ben Foster: si tratta di Warren Kenneth Worthington III, meglio conosciuto come Angelo o Arcangelo. In X- Men Apocalisse, che è ambientato diversi anni prima (per la precisione nel 1983) c’è di nuovo lo stesso personaggio, che sembra avere la stessa età del precedente ed è interpretato da Ben Hardy.

Emma Frost

In Le Origini – Wolverine, Wolverine si introduce nella base di Striker e salva alcuni ragazzi mutanti che vi erano tenuti prigionieri, tra i quali una ragazza che ha il potere di far diventare la propria pelle di diamante: si tratta di Emma Frost, anche se qui viene chiamata solo Emma ed è presentata come sorella di Kayla Silverfox (nei fumetti in realtà le due mutanti non sono imparentate). In X-Men L’inizio una delle protagoniste è… Emma Frost, solo che è una donna adulta e ci troviamo negli anni ’60 quindi molto tempo prima degli eventi di Le Origini – Wolverine.

Ciclope

Tra i ragazzi che Logan salva in Le Origini – Wolverine c’è anche un giovane Scott Summers (Tim Pocock). Anche in X-Men Apocalisse c’è un giovane Scott Summers (Tye Sheridan), solo che la sua storia è diversa e non viene rapito da Striker. In questo caso potemmo sorvolare sull’errore in quanto Apocalisse si svolge nella linea temporale alternativa che è stata creata dopo gli eventi di Giorni di un futuro passato. Non è molto chiara invece l’età effettiva di Scott Summers: in Le Origini – Wolverinenel 1979, ha circa 16-17 anni, come anche in Apocalisse nel 1983! Inoltre, ciò vuol dire che in X-Men dovrebbe essere molto più vecchio di quanto appare (lo interpreta qui James Marsden che in quel momento aveva 27 anni), come anche in Giorni di un futuro passato.

Jean Grey

Jean Grey è interpretata da adulta dalla bellissima Famke Janssen, che ha gli occhi castani, invece da ragazza è interpretata dalla bellissima Sophie Turner che invece ha gli occhi azzurrissimi!

Mistica

La storia di Mistica è un po’ incasinata, tralasciando il cambio di attrice, però necessario per questioni di età. Per la prima volta la incontriamo in X-Men, in cui non parla mai ed è quasi un personaggio secondario. Interagisce con Xavier al quale sembra essere indifferente. Da X-Men L’inizio in poi invece, scopriamo che Mistica e Charles sono cresciuti insieme, sono quasi fratelli, quindi non ha molto senso che invece successivamente si ignorino. Mi rifiuto di pensare che Charles avrebbe mai potuto gettare la spugna con lei!

Nightcrawler

In X-Men 2 incontriamo Kurt Weller/Nightcrawler, interpretato da Alan Cumming. In questo film Kurt incontra per la prima volta Mistica a metà film, ma in X-Men Apocalisse vediamo che il primo incontro tra i 2 avviene nel 1983! Di nuovo però potremmo sorvolare sull’incongruenza temporale dato ciò che accade in X-Men Giorni di un futuro passatoVolendo, si potrebbe protestare sul fatto che in realtà nei fumetti Mistica è la madre di Kurt, e il padre è il mutante teleporta Azazel, che vediamo in X-Men L’inizio e che ha infatti lo stesso potere di Nightcrawler.

Deadpool

Che disastro hanno combinato con Deadpool! Wade Wilson compare per la prima volta in Le origini – Wolverine, e vediamo che Striker lo trasforma in Deadpool conferendogli non solo il potere rigenerante ma anche altri poteri tra cui quello di Ciclope, e gli infila delle katane nelle braccia (viene da chiedersi come faccia così conciato a piegare i gomiti ma è meglio lasciar stare). Nel film del 2016 Deadpool invece assistiamo a una storia completamente diversa! E non è chiaro in quale linea temporale si svolga, quindi non si può nemmeno dare la “colpa” ai soliti eventi di X-Men Giorni di un futuro passato. Per fortuna almeno l’attore che lo interpreta, Ryan Reynolds, è rimasto lo stesso in entrambi i film.

Jubilee

In X-Men Conflitto finale incontriamo, brevemente, la mutante Jubilee, interpretata da Kea Wong. Jubilee però, interpretata da Lana Condor, è anche tra i personaggi di X-Men Apocalisse, ambientato negli anni ’80, quindi diverso tempo prima.

Moira Mactaggert

Sempre in X-Men Conflitto finale, quindi nel 2006, facciamo la conoscenza della dottoressa Moira MacTaggert, una scienziata che collabora con Xavier (e che assiste alla sua “resurrezione” nella scena post credit). In X-Men L’inizio c’è di nuovo una donna che si chiama Moira MacTaggert, solo che è una agente della CIA e ci troviamo negli anni ’60. La incontreremo di nuovo in X-Men Apocalisse, per fortuna con stessa attrice e stessa storia.

Bolivar Trask

Il personaggio di Bolivar Trask compare 2 volte nei film: la prima volta in X-Men Conflitto finale, interpretato da Bill Duke, la seconda volta in Giorni di un futuro passato, interpretato da Peter Dinklage. Giorni di un futuro passato è ambientato nel 1973, mentre Conflitto finale negli anni 2000: in 40 anni Trask si è trasformato da uomo basso bianco a omone grosso e nero!

Calibano

Incontriamo per la prima volta il mutante Calibano in X-Men Apocalisse, ambientato nel 1983, e la seconda volta in Logan – The Wolverine, ambientato nel 2029. In 46 anni sembra non essere invecchiato molto! D’accordo, è un mutante, magari semplicemente tra i suoi poteri c’è quello di non invecchiare, ma ci sarà anche quello di cambiare faccia (da quella di Tòmas Lemarquis a quella di Stephen Merchant) e personalità?

Psylocke

La potente mutante Psylocke compare brevemente in X-Men Conflitto finale, interpretata da Meiling Melançon. La ritroviamo tra i protagonisti di X-Men Apocalisse, molti anni prima, interpretata da Olivia Munn. Anche lei, come Calibano, invecchia bene, e cambia addirittura faccia!

Colosso

Vediamo per la prima volta Colosso in X-Men 2, é un ragazzone che può rendere la sua pelle di metallo; lo vediamo di nuovo in Giorni di un futuro passato, e sembra essere molto simile a come era nell’altro film. In Deadpool invece è un energumeno enorme (molto più grande di come era prima) che parla con accento russo e non sembra in grado di ritornare ad avere un aspetto normale (o forse semplicemente non vuole farlo).

Vecchio Logan

In Giorni di un futuro passato, circa negli anni 2020, Logan sembra essere in buona salute come sempre, eppure in Logan – The Wolverine, che si svolge nello stesso periodo ma nella nuova linea temporale, è molto malato a causa di un avvelenamento da adamantio. Nella vecchia linea temporale ha forse trovato una cura? Non lo sapremo mai. Anche perché ha ragione Deadpool, la linea temporale è troppo confusa a questo punto!

Toad

Toad ci viene mostrato due volte, la prima in X-Men e la seconda in Giorni di un futuro passato: diverso aspetto e circa la stessa età nonostante la differenza temporale tra i due film. Mi chiedo, con tutti i mutanti che esistono nei fumetti, perché non metterne semplicemente uno diverso?

L’incontro tra Xavier e Magneto

In X-Men il Professor X racconta di aver incontrato Magneto quando aveva 17, ma in X-Men: L’inizio vediamo che quando i due si incontrano per la prima volta Xavier ha più di 20 anni.

Gli artigli di Wolverine

Gli artigli di adamantio di Wolverine vengono tagliati dal Silver Samurai alla fine di Wolverine l’Immortale: la parte ossea ricresce, quella metallica ovviamente no. Poco dopo però, nel futuro catastrofico dell’inizio di Giorni di un futuro passato, Wolverine ha di nuovo i suoi artigli scintillanti. Come è possibile? Potremmo accontentarci di pensare che dato che lui e Magneto sono diventati alleati, Erik potrebbe aver rimesso il metallo sulle ossa, ma non ne abbiamo alcuna conferma.

La mente di Logan

In X-Men: Giorni di un futuro passato, Wolverine viene scelto per essere mandato indietro nel tempo perchè la sua mente può auto-curarsi e quindi può sopportare il trauma del trasferimento di coscienza. Ma allora viene da chiedersi, come mai la sua mente non si è auto-riparata in tutti gli anni in cui ha avuto l’amnesia? Solo perché un proiettile di adamantio lo ha colpito in fronte (in Le Origini – Wolverine)? Striker dice che gli cancellerà la memoria, ma perché? Sembra tutto un po’ tirato per i capelli. A proposito di quel proiettile, dovrebbe esserci un buco nel metallo che ricopre la fronte di Logan, invece non ve ne è mai traccia, nemmeno quando in X-Men gli viene fatta una scansione totale a raggi X. Sorvoliamo inoltre in generale su cosa effettivamente Logan ricorda e non ricorda o dovrebbe o no ricordare perché non ci si capisce niente.

Cerebro

Chi ha costruito Cerebro, il macchinario grazie al quale il professor X riesce a mettersi in contatto con tutti i mutanti della Terra? In X-Men il Professor X dice chiaramente che lo ha costruito insieme a Magneto, ma in X-Men L’inizio vediamo che è Hank McCoy a costruire Cerebro, da solo.

L’elmetto di Magneto

In X-Men, Charles Xavier non sa in che modo Magneto riesca a bloccare i suoi poteri telepatici, e scopriamo che ciò avviene grazie ad uno speciale elmetto. Lo stesso elmetto che compare nel 1962 in X-Men L’inizio. Come può quindi Xavier non ricordarsene?

I primi studenti

Nel primo film Xavier racconta a Wolverine che Ciclope, Jean e Ororo sono stati tra i suoi primi studenti mutanti. Falso, perché in X-Men Giorni di un futuro passato Charles ha già avuto degli studenti nella sua scuola, e anche quando effettivamente Scott e le ragazze diventano suoi studenti nel 1983 (in Apocalisse) la scuola era già funzionate da tempo.

La cura per il gene mutante

In Conflitto finale, il mutante blu Bestia viene a conoscenza della scoperta di una cura per il gene mutante, e ne sembra sorpreso e sconvolto. Però, in X-Men Giorni di un futuro passato, quindi molti anni prima, Hank McCoy (Bestia) aveva già creato un siero che lo rendeva in grado di sopprimere temporaneamente la mutazione, quindi perché si sconvolge anni dopo? E perché non ha già reso disponibile la cura a chi ne avesse avuto bisogno, come ad esempio Rogue che non può toccare nessuno senza ucciderlo?

Gambit

Questo “errore” lo metto per ultimo perché effettivamente sto prevedendo il futuro: il personaggio del mutante Gambit compare nel film Le Origini – Wolverine ed è interpretato da Taylor Kitsch, e da tempo è in development un film dedicato a Gambit che sarà invece interpretato da Channing Tatum, e sono sicura che la continuity sarà sballata di nuovo.

In conclusione

Che disastro! La parola “continuity” sembra essere sconosciuta ai produttori della Twentieth Century Fox…

Se avete notato altri errori che mi sono sfuggiti, fatemeli sapere!

Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un’associazione culturale ed un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi ed il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post ed articoli quotidianamente, con uno stile simile ad una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci spinge ad essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente.

La redazione

© Copyright 2014-2017 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top