La moglie del Nerd #22 - Quando i ruoli si rovesciano: il caso Harry Potter - Nerdando.com
La moglie del Nerd

La moglie del Nerd #22 – Quando i ruoli si rovesciano: il caso Harry Potter

Normalmente non sono abituata ad essere io la Nerd della coppia, potrete quindi immaginare la mia gioia quando, almeno per una volta, i ruoli si rovesciano e mi ritrovo ad essere io la più fissata in qualcosa.
Questa ghiotta ed inedita occasione mi è stata offerta da Harry Potter: con mia enorme gioia ho scoperto che il mio Nerd non solo non aveva letto i libri del maghetto, ma nemmeno visto i film e che non aveva alcuna dimestichezza con personaggi e vicende della saga. Quale occasione migliore, quindi, per un rewatch con tanto di lezioni frontali per approfondire il mondo magico? Sono salita con orgoglio in cattedra e ci siamo tuffati in incantesimi e pozioni.

Il mondo di Harry Potter ha accompagnato la fine della mia infanzia e ha investito in pieno la mia adolescenza, diventando un punto fermo della mia cultura nerd. Ho conosciuto il maghetto grazie ai libri, pubblicati da J.K.Rowling a partire dal 1997. I romanzi erano avvincenti e ben scritti ma, all’epoca, non avrei immaginato un successo planetario di tale portata. Merito, sicuramente, dei film che, a partire dal 2001, hanno contribuito ad allargare a macchia d’olio il pubblico del mondo magico e a far entrare Harry Potter e gli altri personaggi della saga nel mito.
Con l’uscita, nell’ultimo anno, del testo teatrale La maledizione dell’erede e del film spinoff Animali fantastici e dove trovarli è diventato palese a tutti che l’immaginario della Rowling ha ancora molto da dire e che sentiremo parlare di Harry Potter ancora a lungo.

Il mio Nerd, comunque, era passato indenne in tutto questo clamore, evitando ogni contatto col mondo di Hogwarts e perfino con gli spoiler. La scoperta mi ha fornito così l’occasione di calarmi, per una volta, nei panni della Nerd incallita e di sfoderare tutta la mia conoscenza di retroscena e curiosità. Visto che il tempo a disposizione non è mai moltissimo, abbiamo accantonato i libri (che spero però di riuscire a fargli leggere, magari in lingua originale) per concentrarci sui film. Lo so, le pellicole tralasciano e modificano moltissimi aspetti ma è comunque un modo per avvicinarsi al mondo della magia e fare un primo passo tra bacchette e incantesimi.
Ovviamente, abbiamo proceduto in ordine e, per me, è stato davvero difficile non rovinare la sorpresa rivelando dettagli futuri. Peraltro, devo ammettere che riguardare tutta la saga conoscendo già il finale permette di cogliere moltissime sfumature e dettagli che, ad una prima visione, non avevo notato: un plauso agli interpreti, in particolare ad Alan Rickman (Severus Piton), che ha saputo rendere al meglio un personaggio ricco di contraddizioni.

Per il mio Nerd, abituato all’azione, la fatica è stata superare indenne “Harry Potter e la pietra filosofale” e “Harry Potter e la camera dei segreti“. Le due prime pellicole, entrambe dirette da Chris Columbus, infatti, si collocano a pieno titolo nella cinematografia per l’infanzia e, nonostante siano comunque avvincenti, risultano non troppo appassionanti per un pubblico adulto. Le cose sono cambiate a partire da “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban“: la svolta dark impressa da Alfonso Cuaròn è riuscita finalmente ad imprimere interesse nella mente del mio Nerd, che ha iniziato ad appassionarsi alla storia e ai personaggi.

Ad oggi non sono ancora riuscita a scoprire quali personaggi l’abbiano colpito di più, l’unica certezza è che trova profondamente irritante il protagonista (e come dargli torto, in fondo?).
Resto comunque soddisfatta per essere riuscita a farlo appassionare, almeno un minimo: per Natale mi ha regalato la sciarpa della mia Casa di Hogwarts (Corvonero), il primo passo è compiuto!

 



Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un’associazione culturale ed un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi ed il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post ed articoli quotidianamente, con uno stile simile ad una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci spinge ad essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale. Vi consigliamo di seguire anche la nostra pagina Facebook, aggiornata costantemente.

La redazione

© Copyright 2014-2017 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top