La moglie del Nerd #22 - Quando i ruoli si rovesciano: il caso Harry Potter - Nerdando.com
La moglie del Nerd

La moglie del Nerd #22 – Quando i ruoli si rovesciano: il caso Harry Potter

Normalmente non sono abituata ad essere io la Nerd della coppia, potrete quindi immaginare la mia gioia quando, almeno per una volta, i ruoli si rovesciano e mi ritrovo ad essere io la più fissata in qualcosa.
Questa ghiotta ed inedita occasione mi è stata offerta da Harry Potter: con mia enorme gioia ho scoperto che il mio Nerd non solo non aveva letto i libri del maghetto, ma nemmeno visto i film e che non aveva alcuna dimestichezza con personaggi e vicende della saga. Quale occasione migliore, quindi, per un rewatch con tanto di lezioni frontali per approfondire il mondo magico? Sono salita con orgoglio in cattedra e ci siamo tuffati in incantesimi e pozioni.

Il mondo di Harry Potter ha accompagnato la fine della mia infanzia e ha investito in pieno la mia adolescenza, diventando un punto fermo della mia cultura nerd. Ho conosciuto il maghetto grazie ai libri, pubblicati da J.K.Rowling a partire dal 1997. I romanzi erano avvincenti e ben scritti ma, all’epoca, non avrei immaginato un successo planetario di tale portata. Merito, sicuramente, dei film che, a partire dal 2001, hanno contribuito ad allargare a macchia d’olio il pubblico del mondo magico e a far entrare Harry Potter e gli altri personaggi della saga nel mito.
Con l’uscita, nell’ultimo anno, del testo teatrale La maledizione dell’erede e del film spinoff Animali fantastici e dove trovarli è diventato palese a tutti che l’immaginario della Rowling ha ancora molto da dire e che sentiremo parlare di Harry Potter ancora a lungo.

Il mio Nerd, comunque, era passato indenne in tutto questo clamore, evitando ogni contatto col mondo di Hogwarts e perfino con gli spoiler. La scoperta mi ha fornito così l’occasione di calarmi, per una volta, nei panni della Nerd incallita e di sfoderare tutta la mia conoscenza di retroscena e curiosità. Visto che il tempo a disposizione non è mai moltissimo, abbiamo accantonato i libri (che spero però di riuscire a fargli leggere, magari in lingua originale) per concentrarci sui film. Lo so, le pellicole tralasciano e modificano moltissimi aspetti ma è comunque un modo per avvicinarsi al mondo della magia e fare un primo passo tra bacchette e incantesimi.
Ovviamente, abbiamo proceduto in ordine e, per me, è stato davvero difficile non rovinare la sorpresa rivelando dettagli futuri. Peraltro, devo ammettere che riguardare tutta la saga conoscendo già il finale permette di cogliere moltissime sfumature e dettagli che, ad una prima visione, non avevo notato: un plauso agli interpreti, in particolare ad Alan Rickman (Severus Piton), che ha saputo rendere al meglio un personaggio ricco di contraddizioni.

Per il mio Nerd, abituato all’azione, la fatica è stata superare indenne “Harry Potter e la pietra filosofale” e “Harry Potter e la camera dei segreti“. Le due prime pellicole, entrambe dirette da Chris Columbus, infatti, si collocano a pieno titolo nella cinematografia per l’infanzia e, nonostante siano comunque avvincenti, risultano non troppo appassionanti per un pubblico adulto. Le cose sono cambiate a partire da “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban“: la svolta dark impressa da Alfonso Cuaròn è riuscita finalmente ad imprimere interesse nella mente del mio Nerd, che ha iniziato ad appassionarsi alla storia e ai personaggi.

Ad oggi non sono ancora riuscita a scoprire quali personaggi l’abbiano colpito di più, l’unica certezza è che trova profondamente irritante il protagonista (e come dargli torto, in fondo?).
Resto comunque soddisfatta per essere riuscita a farlo appassionare, almeno un minimo: per Natale mi ha regalato la sciarpa della mia Casa di Hogwarts (Corvonero), il primo passo è compiuto!

 



Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un’associazione culturale ed un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi ed il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post ed articoli quotidianamente, con uno stile simile ad una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci spinge ad essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale.

La redazione

© Copyright 2014-2017 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | Telefono: 0871070222 | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top