Due chiacchiere con: Stefano Cestari (Heroclix) - Nerdando.com
Altre nerdate

Due chiacchiere con: Stefano Cestari (Heroclix)

Stefano Cestari

Stefano Cestari

Oggi inauguriamo il nostro spazio dedicato alle interviste presentandovi una chiacchierata con un personaggio ai più sconosciuto, ma che è diventato una figura centrale per il gioco di Heroclix in Italia. Stefano Cestari è il campione europeo di Heroclix in carica, nonchè creatore del gruppo Facebook Italian Heroclix Team, diventato punto di incontro principale per la comunità italiana, e arbitro dell’Italian Heroclix Championship.

Marco: Ciao Stefano! È un piacere potere inaugurare con te il nostro spazio dedicato alle interviste. Direi di iniziare questa chiacchierata raccontando qualcosa di te ai nostri lettori, giocatori e non.
Stefano: Ciao Marco, è un piacere ed un onore, mi fate sentire una specie di celebrità così! Sono un nerd torinese di lunga data, appassionato di fumetti, videogiochi, giochi da tavolo, di carte, di ruolo e, ovviamente, di miniature da poco meno di vent’anni (e quest’anno ne faccio 32, fatevi voi i conti). La mia passione numero uno però è Heroclix, il gioco di miniature collezionabili dei supereroi Marvel e DC di cui attualmente detengo il titolo di Campione Europeo.

M: Raccontaci ora qualcosa della tua esperienza ad Essen, in cui ti sei aggiudicato i campionati europei. Innanzitutto, da dove è nata l’idea di una trasferta così lunga ed impegnativa?
S: Ho la fortuna di condividere la mia passione con degli amici straordinari, i miei compagni di playtest del Torino Heroclix Team, grandi giocatori che amano i Clix quanto e più di me. L’anno scorso però, più o meno in questo periodo, la situazione di Heroclix nel nostro paese era piuttosto stagnante. Pochi negozi trattavano il gioco, ancora meno organizzavano eventi o tornei, guardavamo un po’ desolati oltreoceano dove invece il gioco impazzava. Quando su heroclix.com è stata pubblicata la notizia che in Germania, a fine ottobre 2013, si sarebbe tenuto il primo Campionato Europeo dell’era Wizkids/NECA, abbiamo deciso che non potevamo lasciarci scappare quest’occasione.
Prenotando con un po’ di anticipo, volo ed hotel non sono stati particolarmente esosi e da quel giorno abbiamo iniziato un allenamento intensivo che, a quanto pare, ha portato i suoi frutti.
Mentre eravamo in fase di test abbiamo anche saputo dei Nazionali francesi ad inizio ottobre, ritenendolo un ottimo test-match abbiamo deciso di partecipare. Siamo andati a Lione in 3 facendo tutti Top 8. Il vincitore è stato, manco a dirlo, il nostro Andrea Lupo.

M: Ancora riguardo ad Essen, raccontaci un po’ quali sono stati i momenti della fiera che ricordi maggiormente e, in generale, come è stato vivere l’evento più grande ed importante per gli appassionati di giochi da tavolo e non solo?
S: Ricordo ogni match giocato come se mi fosse stato scolpito nel cervello, in particolare la finale contro Patricia Lam, ma la cosa che ricordo con maggior emozione è stata incontrare così tante persone di lingua e cultura diversa che però amavano quanto me la stessa cosa. È un’esperienza assolutamente unica da provare, spero che tanti altri giocatori italiani, come me e i miei compagni l’anno scorso, possano sperimentarla quest’anno, quando organizzeremo una nuova spedizione ad Essen 2014!

M: Quanto sono state importanti, per la comunità italiana di giocatori di Heroclix, la partecipazione e la vittoria ai campionati europei, nonché la possibilità di incontrare i responsabili a livello mondiale ed europeo del gioco?
S: la Wizkids aveva chiaramente già piani per solidificarsi nuovamente in Europa, sono stato solo nel momento giusto al posto giusto.
Avevano bisogno di qualcuno che organizzasse un po’ le cose in Italia, si sono trovati davanti un italiano con un po’ di senso pratico e tanto entusiasmo ed hanno fatto 2+2. Sono molto felice di essermi guadagnato la loro fiducia e che questa cosa abbia portato discreti benefici alla comunità italiana, in questi giorni stiamo discutendo la possibilità di portare la nostra collaborazione ad un altro livello. Incrociate le dita per me!

M: Sappiamo che sei parte attiva e importante dell’organizzazione dei primi campionati italiani di Heroclix, con relativi tornei di qualificazione. Cosa ti sta dando a livello personale e come giocatore questa esperienza?
S: A dire la verità non sono i primi, sono i primi dell’era NECA/Wizkids. In passato, sia la Casa del Gioco di Milano che Counter/Stratelibri avevano organizzato degli ottimi eventi.
Nel 2008 ho avuto l’onore di essere stato l’ultimo Campione Italiano e per questo ho persino partecipato ai Campionati Mondiali ad Indianapolis quello stesso anno. Comunque organizzare l’Italian Heroclix Championship è stata un’esperienza complicata ma esaltante, mettere in piedi una comunità online di quasi 300 persone, dialogare con negozianti e giocatori di tutta Italia per raggiungere lo scopo finale è una sfida avvincente ogni giorno. È ancora tutto in ballo però e sono in piena trance agonistica. Gli eventi di Torino e Pescara sono stati un successo, ora aspettiamo il 12 e 13 luglio per l’evento finale di Bologna prima di tirare le somme.

M: Vorrei chiudere l’intervista lasciando un attimo Heroclix e spostandomi su uno dei focus di questo blog, ovvero come si fa ad associare il diventare adulti con le nostre passioni da “ragazzi”. Qual è il tuo segreto per coniugare gli impegni di matrimonio, lavoro ed affini con tutte le passioni nerd, Heroclix compreso?
S: Il mio segreto? Ho sposato una nerd peggio di me! È una donna perfetta: bella, intelligente, dolce e indipendente e con me condivide un sacco di passioni ludiche, prima fra tutte quella per i giochi di ruolo. Per dirtene una, in questo momento stiamo ultimando (insieme al grande Danilo Moretti) i lavori su Freak Control, un’espansione di Savage Worlds che uscirà quest’anno a Lucca edita da GG Studio.
Mary comprende appieno il valore che i miei momenti di gioco e svago hanno per il mio equilibrio e per la mia soddisfazione e mi supporta in tutto e per tutto. Purtroppo non sono riuscito a contagiarla con la passione per Heroclix, ma ormai ne sa quasi più di me in quanto a supereroi ed è al mio fianco anche nell’avventura dell’Italian HEROCLIX Championship come insostituibile membro dello staff.
Volete conoscere di persona questo portento del creato?
Non avete che da venire da Manicomix Games Academy Bologna il 12 e 13 Luglio, allora!



Se ti è piaciuto, condividi questo articolo!
Passiamo tempo #Nerdando

About

Nerdando.com è un’associazione culturale ed un blog scritto a più mani da amici che, avendo in comune alcune passioni, vogliono condividere sul web notizie, esperienze, pensieri e guide, cercando di aprire dialoghi e trarre spunti costruttivi per la stesura di nuovi articoli. In buona parte, gli autori di Nerdando.com non sono più giovanissimi ed il tempo libero, intorno e dopo i trent’anni, diminuisce sempre di più ma imperterriti non accantonano i loro hobby. Realizziamo post ed articoli quotidianamente, con uno stile simile ad una chiacchierata con un amico che condivide con noi gli stessi interessi ed è questo l’elemento di forza e di distinzione del nostro progetto. Il nostro amore per il mondo nerd ci spinge ad essere costantemente presenti durante fiere ed eventi sul territorio nazionale.

La redazione

© Copyright 2014-2017 Nerdando.com | Sede Legale Via Centoventitreesima Brigata Fanteria, 31 66100 Chieti | Telefono: 0871070222 | C.F. 93055900695 | Email info@nerdando.com

To Top